Roma-CSKA Sofia 0-0 - Top & Flop. VIDEO!

30.10.2020 22:23 di Luca d'Alessandro Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Luca d'Alessandro

TOP 

UNA PARTITA DI VANTAGGIO - In virtù del risultato dell'altra gara del girone tra Cluj e Young Boys, la Roma conserva 3 punti di vantaggio sulla terza e sulla quarta. Già fra 5 giorni, contro i romeni potrebbe essere la vittoria decisiva che potrebbe indirizzare il girone in favore dei giallorossi. 

MATURAZIONE - Per Villar che ha bisogno di giocare questo tipo di partite. In Europa le maglie sono più larghe che in Italia, ma l'agonismo non manca. Rispetto alla gara di Berna è già migliore l'intesa con Cristante. Pecca ancora un po' in regia, ma già si propone al tiro senza timore. La palla per Mkhitaryan è una delle cose migliori del match. 

TUTTI COL RITMO PARTITA - Vedi Jesus quando è entrato, capace di fare un paio di buone chiusure (anche se se la Roma appena ha levato Smalling ha sofferto), vedi Fazio, capace di giocare a modo suo e tornare a far vedere quei piedi non da difensore, ma da centrocampista, come gli diceva Spalletti. Un turnover che finché la classifica lo permette, sta portando a mettere minuti partita in tutte le gambe dei giocatori. 

PROVE DI RITORNO - Continua a essere incerto, soprattutto tecnicamente, ma quando è stato chiamato in causa sul tiro decisivo per il CSKA Sofia, Pau Lopez ha risposto presente. 

FLOP 

NON TUTTE LE CIAMBELLE RIESCONO COL BUCO - Contro lo Young Boys i cambi di Fonseca furono decisivi per la conquista dei 3 punti, stavolta non riesce il colpo. Una traversa nel primo tempo e l'occasionissima confezionata da Pedro su cui Dzeko non arriva a depositare in rete. 

TANTE DISCESE, POCA CONCRETEZZA - Finché è stato in campo la Roma ha sfondato principalmente sulla fascia sinistra con Spinazzola. Tante discese che hanno portato a poche occasioni da gol, in quanto sul più bello, l'azione sfumava. 

SERVE LA SCELTA MATURA AL MOMENTO GIUSTO - Soprattutto in queste partite in cui è importante sbloccarle per fare pesare il maggiore blasone europeo. È il caso di Mkhitaryan che tutto solo, servito da Villar, tenta il colpo al volo (la via più spettacolare) invece di stoppare a freddare l'estremo difensore del club bulgaro. 

TEMPO - Per Mayoral. Così come ha chiesto Fonseca, anche se le prime prove sono state insufficienti. Contro il CSKA Sofia avrebbe anche una buona occasione per sbloccarsi, fallita.