Roma-Cremonese 2-1 - Top & Flop

04.01.2024 22:11 di Luca d'Alessandro Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Luca d'Alessandro
Roma-Cremonese 2-1 - Top & Flop
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

TOP 

BUONA LA PRIMA - Chi ben comincia è a metà dell'opera. La Roma batte, in rimonta, la Cremonese e vince la prima gara del 2024. L'anno è ancora molto lungo, così come la stagione, ma vincere è sempre la miglior medicina, specie per una squadra in difficoltà come quella giallorossa. 

BIG JOYA - Un gol di Big Rom e uno de la Joya. Quando il gioco si è fatto duro, i fuoriclasse della squadra hanno risposto presente. 

I CAMBI CHE CAMBIANO - Azmoun serve l'assist per l'1-1 di Lukaku, Spinazzola si procura il penalty che poi Dybala trasforma. Quando i cambi fanno la differenza. Se Dybala è entrato a inizio ripresa, dopo i primi 45' che la Roma ha chiuso sotto 0-1, l'attaccante e l'esterno sinistro sono stati i veri assi della manica di Mourinho che li ha inseriti col giusto tempismo. 

ARIA DI DERBY - Vincere serviva non solo per cancellare la macchia della scorsa Coppa Italia, sempre contro la Cremonese, ma anche per regalare alla piazza un derby di coppa (gara secca). Non è un caso che subito dopo il 2-1 di Dybala, dalla Curva sono partiti cori contro la Lazio. 

FLOP 

IN CALO - Contro il Napoli è stato bravo, insieme a Ndicka a limitare Osimhen, poi non ha mai visto Vlahovic e anche oggi, contro la Cremonese è andato in difficoltà, sia quando è costretto a falciare Zanimacchia, sia sul gol di Tsadjout. Non è un caso che Mourinho lo levi dopo 45'.

INDIFESI - Un segnale lanciato da Mou a Pinto o solo circostanza? Di fatto la Roma è senza difesa, tanto che levato Llorente, gioca tutto il secondo tempo senza un proprio e vero difensore di ruolo. 

ALTRA OCCASIONE SPRECATA - Sia da Belotti che da Pellegrini. L'emblema è l'azione in cui l'attaccante non riesce a battere il portiere da pochi passi e sulla respinta Pellegrini, anche lui da pochi passi, colpisce la traversa. Il tutto in una serata dove sono protagonisti sia Dybala che Lukaku che Azmoun.