Lecce-Roma 0-0 - Top & Flop

02.04.2024 22:42 di Luca d'Alessandro Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Luca d'Alessandro
Lecce-Roma 0-0 - Top & Flop
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

TOP 

PALO+TRAVERSA - In una giornata abbastanza storta per la Roma, i capitolini hanno avuto i pali dalla propria parte (anche se Angelino pure lo scheggia su punizione). 

DOVE FINISCONO I DEMERITI DEL LECCE, INIZIAMO I MERITI DI SVILAR - Il Lecce crea tanto e spreca occasioni ghiotte per segnare. Dove la precisione dei giocatori salentini fa cilecca entrano in scena le parate di Mile Svilar. 

IMPATTO SULLA GARA - Di Stephan El Shaarawy. In una Roma senza la qualità di Pellegrini e Dybala, DDR lascia in panchina anche quella del faraone. Il suo ingresso in campo cambia in positivo la partita dei giallorossi, anche se non si sblocca. 

UN PAIO DI COLPI - Baldanzi non è Dybala e non si può chiedere troppo o fare il paragone. Ha voglia di incidere e lo si vede quando calcia di sinistro fuori, invece di servire Lukaku. Serve un gran pallone a Zalewski per l'occasione più grande del match, statisticamente parlando. 

FLOP 

IL QUARTO POSTO SI ALLONTANA - Dopo aver sfruttato a metà la sconfitta del Bologna contro l'Inter, pareggiando a Firenze, stavolta è il Bologna che allunga. Il distacco dal quarto posto ora è di 5 punti, in attesa del tour de force che inizierà dal derby di sabato prossimo. 

27 TIRI SUBITI - Al di là del fatto che è quasi un miracolo il non aver preso nemmeno un gol, ma le praterie in mezzo al campo o il modo in cui si sono affrontati i duelli sono inaccettabili se si vuole arrivare in Champions League.  Dorgu, Oudin, Piccoli, Sansone, Krstovic o Banda possono perdonare, gli avversari che la squadra si accinge ad affrontare meno.  

IL COLPO DEL K.O. - Nonostante tutto la Roma crea tre grandi occasioni da gol: Zalewski, Lukaku e Aouar. Nessuno dei tre ha la freddezza di far pesare la maggiore qualità tecnica del Lecce, buttarla in porta e vincere il così detto match da "grande squadra". 

DERBY+MILANO - Diffidato, Ndicka rimedia subito un cartellino giallo che lo costringerà a saltare il derby di sabato. Così come salterà per squalifica anche l'andata di Europa League, contro il Milan. 

RIGORI DA CALCIO MODERNO O RIGORI DA CALCIO ? - Polemico, giustamente, De Rossi a fine gara per il fallo su Zalewski non ritenuto meritevole dell'assegnazione del calcio di rigore. Giusto anche il ragionamento che fa il mister quando parla del penalty assegato contro la Roma nel match contro la Fiorentina. A Barella è stato fischiato un rigore, per molto meno, in una dinamica abbastanza simile.