Bologna-Roma 1-5 - Top & Flop

14.12.2020 21:40 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
Bologna-Roma 1-5 - Top & Flop
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

TOP

ROMAGNA MIAL'aria di Bologna sembra far bene a Pau Lopez. Nell'incontro andato in scena una stagione fa, infatti, il portiere giallorosso fu decisivo ai fini dell'1-2 per un intervento su Soriano. A dispetto dell'1-5 di ieri, l'estremo difensore giallorosso compie un miracolo in uscita su Barrow dopo appena 2', con il risultato fermo sullo 0-0. Nella ripresa, con la partita ampiamente in ghiaccio, mantiene alta la concentrazione e si ripete in un'altra circostanza su Palacio, azione poi comunque annullata per fuorigioco. Fortunato nel finale, dove esce malamente su un cross alto ma viene salvato da Ibanez. Appare comunque in ripresa rispetto alla seconda parte della passata stagione.

"CHIAMATE IL 113, ATTACCO DI RABBIA" - Edin Dzeko sale sul podio dei marcatori di tutti i tempi della Roma siglando la rete numero 111 con la Roma, agganciando Amadei Amadei. Nonostante ciò, nell'intervista post gara il bosniaco è apparso quasi deluso e rabbioso: "111 gol con la Roma? Potevano essere 113". Il riferimento, infatti, è a due clamorosi gol che si è divorato nel corso del primo tempo, che avrebbero ampliato il bottino personale del Cigno di Sarajevo che, non accontentandosi della singola marcatura ai felsinei, promette: "Spero di aver lasciato qualche gol contro il Torino".

PAZZA INTER - Non è nostra intenzione metterci a cantare l'inno della formazione di Antonio Conte, ma vedendo le prestazioni di Spinazzola l'esclamazione è automatica: pazza Inter. Pazza perché a gennaio, dopo averlo fatto arrivare in treno a Milano - con Politano a percorrere la strada opposta - ha rinunciato al suo acquisto, alludendo anche a una presunta precaria condizione fisica. A distanza quasi di un anno, i supporters romanisti non possono che ringraziare i nerazzurri per il ripensamento avuto, così come lo stesso Spinazzola che, al termine di Bologna-Roma, ha dichiarato: "Il mancato passaggio all'Inter mi ha dato una carica ulteriore".

150 DI QUESTI GOL - Inutile sottolineare anche qui l'ennesima grande partita di Henrikh Mkhitaryan, che continua a segnare e sfornare assist a iosa. Con l'occasione, tocca quota 150 gol in carriera con le squadre di club. Chapeau.

POLEMICA... FALLITA - Pronta replica da parte di Lorenzo Pellegrini, non tanto per quanto mostrato in campo contro il Sassuolo domenica 6 dicembre, quanto per la poco felice espressione utilizzata sui social nel post gara ("falliti" rivolto ai critici). Sembrava in dubbio per la gara con il Bologna per il colpo alla caviglia subìto contro i neroverdi, Fonseca lo risparmia in Europa League e lo rilancia in campionato, dove risponde presente e allontana decisamente le polemiche della settimana risultando tra i migliori in campo. Per chi era pronto a polemizzare di nuovo in caso di prestazione non all'altezza del 7, il tentativo è... fallito.

FLOP

DEBUTTO (IN)DIMENTICABILE - Esordio da dimenticare in Serie A per il terzo portiere del Bologna, il classe '99 Francesco Ravaglia. A causa dell'infortunio alla mano occorso a Skorupski, Mihajlovic decide di lanciarlo al posto dell'esperto Da Costa, ma dopo 15' subisce 3 gol, che diventano 5 a fine primo tempo. Nella ripresa la Roma spinge con meno enfasi, venendo graziato dal palo colpito da Borja Mayoral dopo una sua scellerata uscita. Un debutto che, in parte, ricorda quello di Boer di giovedì scorso in Europa League contro il CSKA Sofia, con il portiere della Primavera giallorossa classe 2002 uscito dal campo con 3 reti sul "groppone", con parziale responsabilità sulla rete di Tiago. Sono giovani, cresceranno.

CALENDARIO - Non si tratta di dare alibi alla squadra, ma di una semplice costatazione. Il Torino ha giocato sabato e avrà un giorno in più di riposo prima di affrontare la Roma giovedì 16 dicembre allo stadio Olimpico alle 20:45. Domenica 20 alle ore 18:00, poi, i giallorossi saranno di scena a Bergamo, con l'Atalanta che avrà anch'essa 24 ore in più per recuperare avendo giocato il mercoledì con la Juventus. Il calendario è fitto per tutti, però qualche accorgimento in tal senso poteva essere fatto.