Mkhitaryan: "Il giorno che ho segnato il gol dello scorpione"

07.09.2020 11:57 di Luca d'Alessandro Twitter:    vedi letture
Fonte: Traduzione a cura di Luca d'Alessandro
Mkhitaryan: "Il giorno che ho segnato il gol dello scorpione"
Vocegiallorossa.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Mkhitaryan, calciatore della Roma, ha raccontando al sito del Manchester United, sua ex squadra, il gol segnato contro il Sunderland nel Boxing Day del 2016. Uno dei gol più belli della sua carriera, segnato con il colpo dello scorpione. 

"Per me è sempre molto importante essere creativo, 

In tutta la mia carriera nel calcio, ho sempre amato giocare come numero 10, dietro la punta, perché è un ruolo che mi da libertà di pensare e creare molto in una partita. In tutti i modi, durante la mia carriera, quando ho avuto la palla, ho cercato di avere 2 o 3 opzioni possibili in ogni momento. Una volta che hai queste opzioni è importante prendere la decisione giusta, al momento giusto. 

Tu hai sempre meno tempo per fare questo, pensare. Le partite sono cambiate un po'. Ogni cosa adesso succede così velocemente che non hai tempo per pensare, specialmente in Premier League dove la velocità è molto, molto alta. 

Se pensi per più di un secondo, 2 o 3 giocatori ti sono addosso. Qualcuno ti fa un tackle, qualcuno è pronto a intercettare la palla, così tu devi fare tutto il più velocemente possibile. In tutte le situazione in cui sei dentro non ti puoi permettere il lusso di pensare troppo, succede in ogni parte del campo, sia se tu sei nella tua propria metà di campo o se sei davanti alla porta e devi calciare.

Come ho detto, mi piace essere creativo e provare cose nuove, soprattutto in allenamento dove tu puoi tentare cose che non ti sogni di fare in partita. 
C'è poca pressione per la maggior parte del tempo, ma di tanto in tanto, anche in un match ufficiale, quando non hai tempo per pensare a ciò, puoi fare qualcosa di creativo e pazzo in una frazione di secondo. Questo è quello che è successo a me nel Bozing Day del 2016. 

Il Manchester United stava battendo il Sunderland 2-0 e lo stadio era già molto felice. Ho pensato se il brusio del pubblico fosse perché era Natale e la propria squadra stesse vincendo. L'Old Trafford era più rumoroso del solito e lo fu ancora di più dopo che segnai il gol del 3-0, ma non ho idea di cosa accadde. 

Ricordo che Zlatan aveva la palla sulla fascia destra e crosso in area di rigore. Se avessi avuto la palla davanti a me, avrei avuto tempo di pensare a controllare la palla, aspettare e decidere cosa fare, forse avrei perso la mia chance. Invece, il cross era dietro me e non ho avuto tempo per pensare o o decidere cosa poter fare con la palla, c'era solo un'opzione per me: provare a fare un colpo di tacco. 

Quando la palla è entrata in rete non ho neanche realizzato che tipologia di gol avessi segnato, sapevo solo che avevo fatto gol perché la palla era in fondo alla rete. In quel momento è difficile pensare a cosa sia accaduto, come la palla sia entrata, un qualcosa di inaspettato per me. La folla era così rumorosa, i miei compagni stavano dicendomi cose urlando e ridendo ma non posso dirvi quello che mi avevano detto perché ero sotto shock. 

Poi quando sono andato a casa e ho visto il gol su YouTube ho realizzato cosa avessi fatto. È stato come a dire...wow. Tutti stavano parlando del gol dello scorpione. Tutti prendevano in giro sul fatto che quel gol me lo avesse insegnato Ibrahimovic, perché lui è il re dei gol di tacco. Ho pensato anche che, avendo fatto l'assist, sia stato molto geloso per non aver segnato lui un gol del genere (sto scherzando, scusami Zlatan). 
 

Più riguardavo il gol, più ne rimanevo scioccato. Non segni gol del genere tutti i giorni, mesi o anni. Ero così orgoglioso di quel gol, senza ombra di dubbio il miglior gol della mia carriera fino allora ed è stato per me un piacere segnarlo all' Old Trafford per il Manchester United. 

L'Old Trafford ha visto giocatori fenomenali, alzare molti trofei, segnare un sacco di gol meravigliosi, ma il mio era uno di quelli che non era mai stato segnato in quello stadio. 

È stato così divertente una settimana dopo che Giroud ha segnato un gol simile per l'Arsenal. Non l'ho visto in diretta perché mi stavo allenando per la partita contro il West Ham e non dirò che il mio sia stato migliore del suo: è stato differente il cross, il tipo di colpo di tacco. Forse l'ho ispirato e quando sono passato all'Arsenal non abbiamo parlato di quel gol. Non abbiamo litigato o discusso su ciò, questo tipo di gol sono la bellezza della Premier League. Rendono il calcio più bello".