Scacco Matto - Roma-Sampdoria 4-1, la vittoria in fondo alla strada giusta

12.11.2018 19:14 di Gabriele Chiocchio Twitter:   articolo letto 5036 volte
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Gabriele Chiocchio
Scacco Matto - Roma-Sampdoria 4-1, la vittoria in fondo alla strada giusta

Torna alla vittoria in campionato la Roma, battendo la Sampdoria per 3-1: decidono le reti di Juan Jesus, Patrik Schick, Stephan El Shaarawy e Grégoire Defrel.

LE SCELTE - La notizia più importante l’aveva già data Eusebio Di Francesco in conferenza stampa: davanti turno di riposo per Edin Džeko, sostituito da Patrik Schick; alle sue spalle, il trio formato da Justin Kluivert, Lorenzo Pellegrini e Stephan El Shaarawy. Un cambio anche in difesa, con Juan Jesus e non Federico Fazio accanto a Konstantinos Manōlas insieme ad Alessandro Florenzi e Aleksandar Kolarov davanti a Robin Olsen; la cernera centrale è formata da Steven Nzonzi e Bryan Cristante. Marco Giampaolo si schiera con il suo consueto 4-3-1-2, con Garson Ramirez alle spalle di Grégoire Defrel e Gianluca Caprari.

 

 

 

LE STRADE GIUSTE - La Sampdoria inizia pressando la Roma nel suo terzo di campo: nei primi minuti i giallorossi faticano a uscire dall’aggressione avversaria, concedendo anche un paio di possibilità. L’incrocio dei moduli però offre la facile via di uscita nelle fasce laterali, abituale terreno di caccia di Di Francesco, che la Roma sfrutta per alleggerire e per ribaltare l’inerzia della sfida, con il gol che arriva su azione di calcio d’angolo grazie alle abilità aeree di Bryan Cristante: nella seconda parte del primo tempo sono i giallorossi a far meglio sul piano del pressing, impedendo le sortite verticali della squadra di Giampaolo.

MATURITÀ E FRESCHEZZA - Nella scorsa stagione le gare interne contro le squadre di metà-alta classifica erano state il tallone d’Achille della Roma di Di Francesco, a volte incapace di imporre la sua identità contro compagini di comunque buon livello. Nel secondo tempo, i giallorossi continuano a insistere con maturità su quanto tracciato nel primo, riuscendo partire larghi per stringere al momento giusto: da una sovrapposizione a sinistra arriva il 2-0 di Patrik Schick, ma anche a destra la freschezza di Justin Kluivert permette di aggirare il blocco difensivo doriano. Un taglio da sinistra al centro di El Shaarawy su un pallone in verticale, con Kolarov protagonista in entrambe le occasioni: a nulla si rendono utili le tre sostituzioni per parte che Giampaolo e Di Francesco operano quasi ruolo per ruolo: Jakub  Jankto per Dennis Praet dopo l’intervallo, Edin Džeko per Schick a causa dei problemi fisici del ceco, Jacopo Sala per Karol Linetty, Nicolò Zaniolo per Lorenzo Pellegrini, Dawid Igor Kownacki per Gianluca Caprari e Cengiz Ünder per Kluivert. Nel finale, solo una distrazione di Manōlas e Florenzi permette a Defrel di accorciare le distanze, mentre una giocata del neoentrato turco innesca l'azione che porta al quarto gol romanista.