Sassuolo-Roma 1-1 - Scacco Matto - Quali segnali incoraggianti ricaviamo dal gol di Abraham

10.11.2022 22:30 di Alessandro Carducci Twitter:    vedi letture
Sassuolo-Roma 1-1 - Scacco Matto - Quali segnali incoraggianti ricaviamo dal gol di Abraham
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

La Roma impatta contro il Sassuolo per 1-1 con il di Abraham e il pareggio di Pinamonti.

LE SCELTE - José Mourinho stupisce tutti e schiera Shomurodov punta centrale, supportato da Volpato e Zaniolo. A centrocampo, out Camara per Matic, in coppia con Cristante, con Celik a destra e Zalewski a sinistra. Mancini, Smalling e Ibanez compongono il pacchetto difensivo.
Dionisi risponde con il consueto 4-3-3 con Toljan, Ayhan, Ferrari, Kyriakopulos a formare la linea difensiva. Lopez agisce davanti alla difesa, con Frattesi a destra e Harroui a sinistra, preferito a Thorstvedt. In avanti, Pinamonti guida l'attacco emiliano con D'Andrea a destra e Laurenitè a sinistra.

COSTRUZIONE A 4 - Per eludere la pressione avversaria, la Roma si ritrova spesso a costruire a 4 in fase di impostazione, con Mancini che si allarga a destra, Smalling e Ibanez al centro e Zalewski che si abbassa quasi a fare da terzino sinistro.

QUALITÀ - Il problema si presenta quando la Roma, dopo aver eluso la pressione avversaria, deve dare qualità alla manovra. Volpato fa quel che può, con tutte le attenuanti del caso, mentre Shomurodov sbaglia praticamente tutto quello che può sbagliare. Rimane Zaniolo, che si carica la squadra sulle spalle e fa veramente il possibile, cercando lo spazio per creare superiorità. 

FASCE - Poco anche l'apporto dalle fasce: benino Celik, che si è distinto per un cross nel primo tempo per Zalewski, con quest'ultimo che ha faticato a rendersi pericoloso dalla sua parte. 
Il Sassuolo, invece, sugli esterni crea qualche grattacapo. Entrambi gli esterni offensivi tendono ad accentrarsi: D'Andrea ha tentato la conclusione un paio di volte nel primo tempo mentre Laurentié è stato un incubo soprattutto per Karsdorp, come dimostrato dal gol del pareggio emiliano.

VOLPATO-LOPEZ - Interessante il duello tra i due: l'italo australiano è andato in pressing sul centrocampista del Sassuolo e lo stesso Lopez ha ricambiato il favore, seguendo praticamente a uomo il trequartista giallorosso.

IL GOL - La rete romanista nasce da un'intuizione di Matic, bravo a recuperare il pallone, ed è da sottolineare anche l'intellingente giocata di Cristante per Mancini, bravo a sovrapporsi e nel cross preciso per Abraham. L'ex difensore atalantino potrebbe più spesso lanciarsi in queste iniziative personali, in cui spiccano le sue qualità negli inserimenti e un piede educato per mettere il pallone in mezzo. Poi il colpo di testa di Abraham è da attaccante vero e chi lo sa che la rete non possa, finalmente, sbloccare il centravanti inglese.

I CAMBI - Giusti i cambi di Zaniolo e Volpato dopo circa mezz'ora della ripresa, vista la stanchezza di entrambi. Logico anche l'ingresso sia di El Shaarawy, sia di Karsdorp, mentre è stata tardiva la sosituzione di Shomurodov, apparso un pesce fuor d'acqua fin dai primi minuti di gara.