CSKA Sofia-Roma 3-1 - Scacco Matto. Possesso palla sterile e poca concentrazione. VIDEO!

11.12.2020 18:45 di Alessandro Carducci Twitter:    Vedi letture

La Roma viene sconfitta sul campo del CSKA Sofia per 3-1, con il gol del momentaneo pareggio giallorosso siglato dal giovane Milanese.

LE SCELTE - Formazione ampiamente rimaneggiata per Paulo Fonseca, con la Roma che non si gioca nulla. In porta fa il suo esordio Boer mentre la linea difensiva è composta da Fazio, Kumbulla e Jesus. La gastroenterite ferma Calafiori e quindi fa il suo esordio Bamba largo a sinistra mentre a destra va Bruno Peres. La coppia di mediani è formata da Diawara e Milanese. In avanti, Perez e Pedro agiscono alle spalle di Borja Mayoral.
Il CSKA Sofia si dispone, come previsto, con il 3-4-1-2 con  Antov, Mattheij e Zanev in difesa. Yomov, Youga, Geferson e Mazikou si schiera a centrocampo con Tiago Rodrigues alle spalle di Sankharè e Sowe, la vera prima punta della squadra.

PRIMO TEMPO - La gara si snoda su ritmi molto lenti anche perché nessuna delle due squadre ha obiettivi da raggiungere. I bulgari cercano di rimanere alti, pur senza effettuare il pressing asfissiante visto nelle ultime uscite ma comunque cercando di rendere non facile l'uscita palla al piede della Roma. Il giro palla dei capitolini è spesso lento a causa dello scarso movimento senza palla dei calciatori giallorossi.
La squadra di Fonseca riesce facilmente ad avere maggiore possesso palla ma spesso è un possesso sterile, con il CSKA Sofia che, nella propria metà campo, si chiude per provare a ripartire poi rapidamente in contropiede. 
Entrambi i gol bulgari nascono da errori ingenui rispettivamente da parte di Bruno Peres e Diawara mentre i giallorossi cercano di rendersi pericolosi con la classica palla a uno dei trequartisti, che cerca l'uno-due con un buon Borja Mayoral.

RIPRESA - Il secondo tempo si svolge sulla falsariga del primo: i giallorossi provano inizialmente ad accelerare il ritmo e Borja Mayoral ha un paio di occasioni che non riesce a concretizzare. La Roma continua a essere pericolosa quando riesce a scambiare nello stretto con rapidità e qualità ma lo fa troppo saltuariamente. Il gol del CSKA Sofia, come i due nel primo tempo, nasce da una clamorosa ingenuità, questa volta di Fazio. I numerosi cambi non cambiano la situazione per una Roma che subisce una sconfitta indolore, avendo avuto l'occasione di preservare i titolari per la sfida di campionato contro il Bologna.