L'avversario - I pericoli dell'Udinese

04.09.2022 18:10 di Alessandro Carducci Twitter:    vedi letture
L'avversario - I pericoli dell'Udinese
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Questa sera la Roma affronterà l'Udinese di Sottil nella sfida serale delle 20:45.

FASE DI POSSESSO - I friulani non puntano al possesso palla, preferendo giocare in verticale per bucare rapidamente la difesa avversaria, spesso anche in contropiede.
Dipende anche da chi gioca in attacco. Con Beto, i bianconeri possono permettersi qualche lancio lungo in più mentre con Success a guidare il reparto offensivo cambia il modo di attaccare dell'Udinese. Success, infatti, gioca più decentrato sulla sinistra, con meno capacità di raccogliere i palloni alti e preferendo ricevere palla tra i piedi spalle alla porta, lasciando così lo spazio per gli inserimenti centrali di Deulofeu.
Da tenere d’occhio anche la posizione di Pereyra, abbastanza anarchico e bravo a svariare per tutto il fronte offensivo per creare superiorità dove meglio crede, pur partendo ufficialmente dalla destra. Proprio su quella fascia, invece, Becao accompagna spesso l’azione.
Come fanno molte squadre, tra cui a volte anche la Roma, in fase di costruzione dal basso i friulani possono impostare con una linea a 4 per provare a sfruttare meglio le fasce e creare superiorità, svuotare la parte centrale del campo per poterla attaccare con maggiore efficacia. Attenzione, infine, ai tagli di Deulofeu.

FASE DI NON POSSESSO – Tendenzialmente, l’Udinese ha un atteggiamento accorto, puntando a chiudere gli spazi con un accorto 5-3-2. La squadra di Sottil, quando la squadra avversaria è in difficoltà nel far girare il pallone, può decidere di alzare la pressione.