Women's Weekly, Bonfantini: "Vogliamo avvicinarci alla vetta. Ho scelto di restare a Roma per il progetto"

04.12.2019 19:44 di Giovanni Parisi Twitter:    Vedi letture
Women's Weekly, Bonfantini: "Vogliamo avvicinarci alla vetta. Ho scelto di restare a Roma per il progetto"

Agnese Bonfantini, calciatrice della Roma Femminile, è la protagonista odierna della consueta rubrica Women's Weekly, in onda su Roma TV. Ecco le sue parole:

"Sicuramente quella con il Tavagnacco non è stata una delle partite più belle che abbiamo fatto, ci ha messo in difficoltà la loro linea stretta visto che noi siamo una squadra che gioca molto sui tagli degli esterni e palla bassa, è stato difficile anche per il loro modo di pressare molto aggressivo. È stato molto importante perché arrivavamo da due sconfitte e la vittoria ci ha fatto bene per l’umore della squadra, ora ci aspetta un’altra partita molto importante, cercheremo di dare il massimo per vincerla. L’obiettivo è l’aggancio, siamo a -2 dal Milan e -1 dalla Fiorentina e vogliamo fare il massimo per avvicinarci sempre di più alla vetta. Ho scelto di restare alla Roma perché mi interessava molto questo progetto, siamo una squadra giovane e la Roma vuole far crescere le giovani in modo particolare. Siamo anche affiancate da giocatrici esperte che aiutano le più giovani a crescere. Sarà una partita speciale per me ritornare a giocare nel campo di Milano, sono cresciuta lì e sarà davvero una partita importante. Arriviamo da una vittoria e sicuramente vogliamo di nuovo riconquistare i tre punti. Loro sono una squadra molto giovane con giocatrici di grande prospettiva; non sarà facile ma cercheremo di dare il massimo. Non c’è una calciatrice che temo più della altre, sono tutte giovani molto forti che hanno un potenziale veramente grande. Si è fatta male Alice Regazzoli, forse una delle loro giocatrici più forti. Quest’anno c’è più competizione in attacco, sono arrivate attaccanti molto forti e di grande esperienza ma io comunque cercherò sempre di dare il massimo per conquistare la fiducia della coach".