Serie A Femminile - Juventus-Roma 1-0 - Le pagelle del match

03.02.2019 14:50 di Andrea Cioccio Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Andrea Cioccio
Serie A Femminile - Juventus-Roma 1-0 - Le pagelle del match
© foto di Vocegiallorossa.it

Pipitone 6,5: tiene a galla la squadra con numerose parate, senza di lei il passivo sarebbe stato peggiore. Non può nulla sul gol di Bonansea.

Soffia 6: argina bene Girelli, qualche disattenzione per inesperienza nel primo tempo sui cross dal fondo.

Swaby 5,5: troppe volte, insieme a Di Criscio, soffre le avanzate in solitaria di Bonansea. Al terzo tentativo, è arrivato il gol decisivo.

Di Criscio 6: stesso discorso di Swaby, anche se, prima della sua uscita dal campo in barella, il risultato era ancora sullo 0-0 (dal 62' Lipman 5: entra in campo a freddo ed è suo l'errore sul gol di Bonansea).

Bartoli 6,5: dalla sua parte non si passa. Il capitano giallorosso non si ferma mai, va avanti e indietro e non perde mai la lucidità.

Bernauer 6: come al solito, grande partita di gestione e quantità, ma nulla di più.

Coluccini SV: è costretta ad uscire appena dopo 10' dopo uno scontro con Cernoia (dal 10' Simonetti 5,5: non riesce ad aggiungere quella qualità necessaria per provare ad impensierire la difesa bianconera).

Greggi 6: nonostante la sua giovane età, sembra governare il centrocampo. Con i suoi recuperi, blocca la qualità della mediana juventina, per quello che può.

Bonfantini 5,5: tanta qualità, tanta forza fisica, ma oggi manca sempre lo spunto decisivo.

Pugnali 5: ha toccato pochissimi palloni, complice la partita perfetta delle due centrali juventine (dal 78' Piemonte SV: ha troppo poco tempo per mettere in mostra le sue qualità).

Serturini 5,5: è colei che ha più chance tra i piedi, ma spreca tanto e non riesce mai a prendere la porta, neanche sulla punizione ravvicinata al termine della gara.

Bavagnoli 6: nulla da dire al tecnico giallorosso, che aveva preparato benissimo la partita contro la squadra più forte del campionato. Fino al 64' il suo piano riesce, dopo il gol della Juve le sue ragazze non riescono ad impensierire l'avversario.