Rizzitelli: "Dybala deciderà Roma-Torino"

25.02.2024 09:58 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
Rizzitelli: "Dybala deciderà Roma-Torino"
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

Ruggiero Rizzitelli, doppio ex di Roma e Torino, è stato intervistato per parlare del match dell'Olimpico in programma domani sera alle 18:30:

Ci dici cosa hanno in comune Roma e Torino?
“In comune hanno la tifoseria. Dopo aver lasciato Roma ero preoccupato, perché io vivo di pubblico, di tifosi, di passione. E quindi, lasciando Roma, il mio terrore era quello di trovare delle piazze fredde. E invece a Torino trovai proprio quel calore che, almeno in parte, mi fece dimenticare Roma. Torino vive di Toro, non di Juventus, e questo mi appassiono e mi dette la carica che avevo paura di perdere”.

Quali credi che siano gli obiettivi effettivamente raggiungibili per Torino e Roma?
“Il Toro sta facendo un campionato in linea con la sua rosa: se arrivasse in Europa League sarebbe un miracolo, come vincere lo scudetto. Credo che Juric stia facendo benissimo. Mentre la Roma, secondo me, ha la squadra per ambire al quarto posto. Ha perso tanti punti a inizio campionato contro le squadre più piccole ma da quando è arrivato De Rossi le cose sono cambiate“.

Tu hai capito le ragioni dell’esonero di Mourinho? E, soprattutto, l’hai considerato giusto?
“lo all’inizio non la consideravo una scelta giusta. Secondo me la società ha cambiato Mourinho perché ormai non si parlava più di calcio ma di arbitri, di sistema. Forse i Friedkin si erano stancati di tutto questo e di qualche critica di troppo che il tecnico aveva lanciato verso la proprietà. Scegliendo De Rossi hanno messo l’unico che poteva sostituire Mourinho: lui non poteva dire di no. E fino adesso è andato benissimo“, uno stralcio delle sue parole a Il Corriere dello Sport.

Secondo te l’idea di calcio di De Rossi permette ai giocatori di mettere loro meglio in evidenza le qualità individuali?
“Più che sulle qualità individuali io mi soffermerei sul fattore fiducia: quello è cambiato. Prendi Paredes: con Mourinho ricopriva un ruolo sostanzialmente identico a quello che fa oggi. Però ora sembra un altro giocatore: lo vedo correre, menare, scivolare. Prima era quasi fermo, non cercava mai la giocata in profondità o la palla importante. Così come tanti altri. Secondo me avevano perso la fiducia nei loro mezzi, come Pellegrini, che vedevo spento nel viso e negli atteggiamenti. De Rossi gli ha ridato la carica, poi i risultati che sono arrivati hanno fatto il resto“.

Chi sarà il man of the match di Roma-Torino?
“Paulo Dybala”.