Incontro con il Sindaco per il nuovo stadio: la situazione

27.01.2022 09:47 di Emiliano Tomasini Twitter:    vedi letture
Incontro con il Sindaco per il nuovo stadio: la situazione
Vocegiallorossa.it

Nella giornata di ieri, il CEO della Roma Pietro Berardi ha incontrato il Sindaco Roberto Gualtieri per parlare del nuovo stadio, come confermato dal tweet del Sindaco. Gualtieri ha ribadito al club che dovrà essere la Roma stessa a individuare e proporre un'area dove iniziare un progetto e non il Comune. Nel corso dell'incontro, le parti non hanno parlato di possibili opzioni, ma - come riporta Il Tempo - è noto che i Friedkin vorrebbero costruire il nuovo stadio nella zona Ostiense-Mercati Generali. I proprietari giallorossi, infatti, vorrebbero costruire la nuova casa della Roma in un posto non lontano dal centro della città. La zona individuata, però, presenta alcune difficoltà: la mobilità, i vincoli su alcuni edifici limitrofi e i diritti acquistati dalla Lamaro dei fratelli Toti per far diventare quell'area la "Città dei Giovani". L'area preferita dal Comune sembra essere Pietralata, ma l'opzione non piace ai Friedikin, che - come detto - vogliono costruire il nuovo stadio della Roma in una zona centrale. L'opzione Tor Vergata sembra invece scartata da entrambe le parti.

L'individuazione dell'area giusta è quindi un problema, al quale se ne aggiunge un altro. È ancora in atto la causa presentata per la revoca del  progetto di Tor di Valle dall'Eurnova di Parnasi e dall'immobilista Vitek contro il Comune di Roma. La causa riguarda anche il club giallorosso, il Comune - infatti - si rifarebbe sul club in caso di risarcimento. Inoltre, fin quando non sarà risolta questa causa, alla Roma non è consentito di proporre un altro progetto al Comune. Per ovviare a questa difficoltà, la Roma dovrà intestare il dossier a una nuova società creata per la situazione emergenziale.

Nelle prossime settimane sono previsti nuovi incontri tra le parti, il CEO Berardi sta costruendo un team che si dedicherà al progetto stadio. Nel mentre, i Friedkin stanno cercando dei partner con cui spartirsi l'investimento, ai quali potrebbe anche essere ceduta una quota di minoranza del club.