Un attacco in leggera ripresa è chiamato al test Ludogorets

03.11.2022 12:15 di Marco Campanella Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Campanella
Un attacco in leggera ripresa è chiamato al test Ludogorets
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Nuovo appuntamento con i podcast di VoceGialloRossa.it: ogni giorno, dal lunedì al venerdì, approfondiremo con le voci dei nostri redattori uno dei temi più importanti della giornata.

In questa prima parte di stagione, la Roma non ha dimostrato di saper sfruttare al meglio tutto il suo potenziale offensivo. La gara contro l’Hellas Verona è una delle poche in cui la squadra di José Mourinho ha creato tante occasioni da gol, riuscendo a segnare tre reti, di cui due nel finale. Fin qui, così tante reti si erano viste solo contro il Monza, in campionato, è contro l’HJK Helsinki, in Europa League.

In questo momento, si hanno alcuni segnali di ripresa di tutto il parco attaccanti giallorosso. 
Partiamo da Nicolò Zaniolo, che al Bentegodi ha trovato la prima rete stagionale, portando a completamento una seria di buone prestazioni mostrate  nelle ultime partite. 
Importante è anche l’apporto dato da Stephan El Shaarawy. Il Faraone, come quasi sempre, si sta facendo trovare sempre pronto quando ha spazio: il magnifico gol contro l’Hellas Verona dimostra la tanta qualità sottoporta che il numero 92 ha in dote. ElSha, inoltre, ha propiziato anche l’autogol che ha regalato la vittoria romanista ad Helsinki. 
Nel reparto offensivo della Roma, c’è anche una sorpresa: si tratta di Cristian Volpato. L’italo-australiano è stato assolutamente decisivo nella vittoria di Verona: al minuto 88 segna il gol del 1-2, per poi servire un magnifico assist proprio per El Shaarawy per il definitivo 1-3. Con l’infortunio di Paulo Dybala, una possibile esplosione di Volpato potrebbe regalare tante gioie a Mourinho in queste ultime partite prima del Mondiale. 
Veniamo invece a Tammy Abraham: con una stagione iniziata a rilento, il gol contro l’HJK Helsinki poteva rappresentare la fine della “maledizione”. Al Bentegodi, però, l’inglese ha sprecato due occasioni (di cui una a porta vuota) che potevano mettere la partita in cassaforte già nel primo tempo. 
Per quanto riguarda Andrea Belotti, il Gallo si fa trovare sempre pericoloso quando viene chiamato in causa, ma anche a lui mancano dei gol. 

Questa lieve ripresa del reparto offensivo, è costretta a continuare anche in Europa League in cui c’è un dato da sottolineare. Nella top30 di calciatori con la più alta percentuale in questa competizione di tiri nello specchio, l’unico presente tra i romanisti è Paulo Dybala, che come ben sappiamo è alle prese con l'infortunio. 
Nella gara da dentro o fuori contro il Ludogorets, quindi saranno Zaniolo (la cui riduzione della squalifica gli permetterà di essere in campo, problema fisico permettendo), El Shaarawy e Volpato a dover dare continuità alle ultime prestazioni; mentre Abraham e Belotti sono chiamati a incidere maggiormente rispetto a quanto fatto finora. 

L’appuntamento con il podcast è per domani, per Vocegiallorossa.it, Marco Campanella.