La voglia di rifarsi di Abraham in un 2023 già importante per lui

28.12.2022 10:15 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
La voglia di rifarsi di Abraham in un 2023 già importante per lui
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Tutte le notizie sulla Roma in Podcast!

Nuovo appuntamento con i podcast di VoceGialloRossa.it: ogni giorno, dal lunedì al venerdì, approfondiremo con le voci dei nostri redattori uno dei temi più importanti della giornata.

A pochi giorni dalla ripresa contro il Bologna, in un Olimpico come di consueto sold-out, tra i protagonisti più attesi c’è Tammy Abraham. Il capocannoniere giallorosso della passata stagione con 27 reti in tutte le competizioni, finora non sta ripetendo i fasti di pochi mesi fa.

A parte l’esiguo contributo in termini di gol, quattro in venti partite giocate sino al 13 novembre, complessivamente l’inglese ha mostrato molto poco il suo peso offensivo e in alcune circostanze è sembrato essere un vero e proprio pesce fuor d’acqua. Un avvio che gli è costato anche il biglietto per il Qatar, venendo escluso in extremis da Southgate per il Mondiale.

Nell’ultima amichevole dell’anno contro gli olandesi del Waalwijk, però, Abraham è tornato a mostrare con una certa continuità quello che è il suo talento. Oltre alla rete, l’attaccante ha creato diversi pericoli alla retroguardia avversaria, mostrando tra l’altro un’ottima intesa con El Shaarawy.

Insieme a Kumbulla, tra l’altro, Abraham è stato l’unico calciatore a restare in campo tutto il match, segno di come lo Special One lo abbia voluto testare per più tempo possibile in vista della ripresa del campionato.

Mourinho lo ha sempre sostenuto, ma anche criticato pubblicamente per scuoterlo e spronarlo a fare meglio perché un attaccante con le sue potenzialità non deve mai accontentarsi.

In una recente intervista, Abraham ha dichiarato di volersi rifare nella seconda parte di stagione, parole che non possono che fare piacere al mister e ai propri tifosi. Tuttavia, questi propositi vanno trasformati in fatti nel 2023, un anno già importante per l’inglese perché tra pochi mesi diventerà padre.

E quale miglior modo per festeggiare la nascita del primo figlio trascinando la Roma verso il raggiungimento degli obiettivi prefissati?