Roma-Torino 3-1 - Le pagelle del match

18.12.2020 10:45 di Alessandro Carducci Twitter:    Vedi letture
Roma-Torino 3-1 - Le pagelle del match
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Pau López 5,5: nel primo tempo deve intervenire solo sulla punizione di Belotti, abbastanza agevole da parare. Nella ripresa è un pochino incerto in occasione del gol subìto. Prima non trattenendo il tiro di Belotti e poi non andando con decisione sul rimpallo, fermandosi vedendo arrivare Ibanez.

Mancini 6,5: gioca molto alto fin dai primi minuti per andare in pressing sul Toro. Dopo l’espulsione di Singo, con il solo Belotti in avanti, accompagna di frequente l’azione. Dal 46’ Kumbulla 6,5: regge bene nel momento in cui la Roma sembra soffrire un pochino. Buona prestazione.

Smalling 6,5: una buona prestazione dell’inglese soprattutto nel primo tempo, andando leggermente a calare con il passare dei minuti. La condizione, ovviamente, non può essere ottimale.

Ibanez 6: un’indecisione in occasione del gol del Torino, dando lui il via all’azione granata e quasi scontrandosi poi con Pau Lopez.

Bruno Peres 6: sciupa un’ottima occasione nella prima parte del primo tempo, poi conclude con tranquillità il primo tempo e la sua partita. Dal 46’ Karsdorp 6: entra a partita abbondantemente chiusa e fa bene il compitino, senza strafare e senza sprecare energie preziose.

Veretout 6,5: ennesimo rigore calciato con precisione a coronamento di una buona prestazione.

Villar 6,5: buona la gara dello spagnolo, ormai entrato a tutti gli effetti tra i titolari. Fa girare bene la palla e prova anche un paio di volte ad attaccare l’area di rigore. Dal 60’ Pedro 6: ha il merito di entrare nell’azione del 3-0 giallorosso, poi anche lui si lascia trascinare fino al fischio finale.

Spinazzola 6,5: spinge soprattutto nel primo tempo, formando un asse di ferro con Mkhitaryan. Risparmia le energie nella ripresa e lascia il posto a Calafiori. Dal 71’ Calafiori SV.

Pellegrini 7: carbura alla distanza e dopo un primo tempo senza picchi, gioca una gran secondo tempo segnando un bellissimo gol, con un sinistro di estrema precisione e potenza.

Mkhitaryan 7,5: finché la partita rimane aperta fa il bello e cattivo tempo. Poi, senza che Fonseca debba toglierlo dal campo, si autogestisce e va autonomamente in stand by. Una continuità impressionante.

Dzeko 6,5: si allarga molto per trovare spazio e ricevere palla. Non ha occasioni ma gioca per la squadra. Dal 60’ Borja Mayoral 5,5: dà il pallone a Pellegrini per chiudere il match ma si divora, nel finale, un gol pazzesco.

Fonseca 7: la Roma vince la seconda gara di fila quasi senza faticare, congelando la partita fin dal primo tempo. Ha trasformato la squadra in una macchina da guerra.