Roma-Cagliari - Le pagelle del match

01.02.2013 22:40 di Alessandro Carducci Twitter:    vedi letture
Roma-Cagliari - Le pagelle del match
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Goicoechea 4: neanche il tempo di iniziare la ripresa e l’estremo difensore giallorosso, senza essere pressato, si fa sfuggire il pallone indirizzandolo verso la propria porta. Non si può continuare così: il giocatore non è tranquillo e gli errori iniziano a diventare troppi.
Piris 4: non azzecca quasi mai un cross e ha sulla coscienza il terzo gol del Cagliari.
Burdisso 4.5: tra i meno pasticcioni ma anche lui si fa trascinare dal caos che lo circonda.
Marquinhos 4.5: sua la responsabilità del primo gol, sebbene abbia l’attenuante di dover difendere anche dalla parte di Dodò, che rimane sempre molto alto.
Dodò 4.5: gioca molto avanti, non coprendo praticamente mai e senza incidere in fase offensiva. Ha ovviamente una condizione ancora non ottimale e in questo contesto è difficile per lui ambientarsi.
Bradley 5: discreta la sua prestazione nel primo tempo mentre, nella ripresa, si fa trascinare dal decadimento della squadra.
Tachtsidis 5.5: subisce uno tra i falli da rigore più netti della storia del calcio ma Romeo fa ampi cenni di rialzarsi. Peccato che la botta sia stata talmente forte da costringere il greco a rotolarsi per terra per almeno un minuto. Rimedia poi un cartellino giallo, molto dubbio, che gli farà la saltare la trasferta di Genova.  Dal 13’st De Rossi 5.5: entra quando ormai la Roma ha smesso di pensare come una squadra.
Florenzi 5: naufraga anche lui nel delirio di questa serata. Nella ripresa Zeman lo toglie dal campo. Dal 13’st Marquinho 6: si fa notare nel finale, quando segna il gol dell’inutile 4-2.
Lamela 5.5: nel primo tempo tenta un paio di guizzi interessanti, non combina moltissimo ma è tra i pochi a provare qualcosa.
Osvaldo 4: ha pochissimi palloni giocabili e quei pochi non riesce a sfruttarli.
Totti 6: nel primo tempo serve un assist a Lamela e segna il provvisorio 1-1. È l’ultimo a mollare, ci prova in tutti i modi. Duetta molto con Lamela e nella ripresa tenta il tiro da tutte le posizioni, invano.