Roma-Brescia 3-0 - Le pagelle del match

25.11.2019 09:35 di Alessandro Carducci Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Roma-Brescia 3-0 - Le pagelle del match

Pau Lopez 6: inoperoso per gran parte della gara. Interviene nel primo tempo con un gran parata su tiro di Ndoj . Nella ripresa allunga il braccio su un’altra conclusione dalla distanza, questa volta di Martella. Sbaglia nel finale ma viene salvato dal VAR che annulla il gol del Brescia.

Florenzi 6,5: un quarto d’ora per carburare per poi spingere con grande costanza, spesso lasciato libero dalla difesa avversaria. Nella ripresa accusa qualche problemino muscolare e si gestisce per non rischiare. Dal 32’st Santon SV.

Mancini 6,5: partita dai due volti quella dell’ex atalantino, rispostato sulla linea difensiva. Perde di vista Donnarumma per due volta e la Roma è fortunata a non subìre gol. Distratto dietro, implacabile in avanti con un gol e un filtrante per Dzeko, la cui conclusione viene parata.

Smalling 7: attento e preciso in fase difensiva, sblocca la gara con un colpo di testa e serve l’assist a Mancini. Tuttofare.

Kolarov 6,5: spinge parecchio fin da subito, costituendo una spina nel fianco destro della difesa lombarda.

Diawara 6: gestisce la porzione di campo davanti alla difesa, con Veretout. Gioca on ordine e precisione.

Veretout 7: si sdoppia, triplica, lo trovi a fare il taglio a uscire sulla fascia sinistra o a recuperare in area sulla destra. Qualità, quantità. Uno e trino.

Zaniolo 6: gioca a risparmio energetico e su vede annullare il gol perché il pallone giocato da Pellegrini era uscito. Dal 35’st Perotti SV.

Pellegrini 6,5: riprende confidenza con il terreno di gioco, aggiusta la mira e batte l’angolo per il gol di Smalling. Dal 27’ Ünder SV.

Kluivert 6: tanto impegno, poca concretezza, bene in fase difensiva. Migliorabile ma bene come atteggiamento.

Dzeko 7: entra in campo direttamente nella ripresa dopo una prima frazione con il freno a mano tirato e segna un gol, gliene annulla uno e trova una gran parata. In crescita.

Fonseca 7: dopo un opaco primo tempo, striglia la squadra e nella ripresa la Roma entra in campo con un altro piglio. Gestisce bene i cambi, prepara bene l’incontro. C’è anche la sua mano nella classifica di questa squadra.