Coppa Italia Femminile - Pomigliano-Roma 1-3 - Le pagelle del match

18.12.2021 19:00 di Luca d'Alessandro Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Luca d'Alessandro
Coppa Italia Femminile - Pomigliano-Roma 1-3 - Le pagelle del match

Ceasar 6: risponde con buone parate ai tiri del Pomigliano. Forse avrebbe potuto leggere meglio la traiettoria del cross del momentaneo pareggio. 

Swaby 6: Tudisco le rende la vita difficile ed è costretta al fallo. Poi le prende le misure. 

Linari 6: sfiora il gol nel finale con un colpo di testa. Gioca da perno centrale nella difesa a tre. 

Bartoli 6: va in sofferenza quando si trova a marcare, da un suo fallo nasce la punizione del pareggio. Molto meglio in fase offensiva o nelle situazioni in cui ripiega. 

Di Guglielmo 6: dovrebbe arrivare più spesso sul fondo, quando ci riesce è sempre un'azione pericolosa per la Roma. 

Ciccotti 7: segna un gran gol con un piazzato mancino dal limite dell'area. Si proietta spesso in avanti e tenta a più riprese la conclusione dalla distanza. Dall'84' Greggi SV.

Giugliano 6,5: calcia tante volte dalla bandierina fornendo cross molto pericolosi su cui la Roma sfiora il gol in più riprese. Brava anche palla al piede in progressioni che la portano al tiro. 

Bernauer 7: ancora in gol di testa come nel derby. La svizzera segna la rete qualificazione in un momento delicato del match. 

Serturini 6: forse è la più sacrificata nel 3-5-2 di Spugna. Dal 72' Haavi SV: debutto per la nuova arrivata che con intraprendenza tenta subito la giocata personale. 

Glionna 8: è ovunque. Svincolata dall'out destro, come gioca nel 4-2-3-1, entra in ogni azione della Roma. Svaria su tutto il fronte dell'attacco, calcia punizioni, angoli, va al tiro con azioni personali ed è letteralmente imprendibile. 

Lazaro 5,5: non è in un buon momento di forma. Dal 72' Pirone 7: entra, crea e segna il gol dell'1-3 con un altro piglio e passo rispetto alla compagna di squadra. 

Spugna 7: la sua Roma continua a vincere e a uscire fuori dalle situazioni complicate nell'arco dei 90'. Con la Lazio parte con la difesa a 4, per poi passare a 3 e vincere la partita. Col Pomigliano ripropone il nuovo modulo tattico e nel momento topico del match, cambia la partita, in positivo, inserendo le calciatrici giuste.