Borussia Mönchengladbach-Roma 2-1 - Le pagelle del match

08.11.2019 21:00 di Alessandro Carducci Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Borussia Mönchengladbach-Roma 2-1 - Le pagelle del match

Pau Lopez 6: para quello che deve parare. Incolpevole sui gol, freddo in fase di impostazione.

Santon 6: tanta corsa, tanto impegno ma anche qualche scelta sbagliata

Smalling 7: dà tranquillità a tutto il reparto. Se non anticipa, recupera in velocità. Se è costretto al contrasto, lo vince. Una sicurezza.

Fazio 5: prima segna nella sua porta, poi in quella avversaria e poi fa segnare Thuram. Fa tutto lui.

Kolarov 5,5: tutte queste gare giocate consecutivamente si fanno sentire. Il serbo va in difficoltà contro Lainer, spinge poco ma si fa notare per il cross che porta al momentaneo pareggio di Fazio.

Mancini 6: tiene bene il campo ma è leggermente sotto tono, così come tutta la Roma, per via della stanchezza. Lascia il campo nella ripresa al rientrante Diawara. Dal 14’st Diawara 6: positivo il rientro in campo dell’ex Napoli, aggressivo e preciso quanto basta.

Veretout 6,5: al contrario di molti suoi compagni cresce alla distanza dimostrato un’ottima resistenza.

Zaniolo 6: sfiora il gol di testa nel primo tempo ma è meno brillante del solito. Ha bisogno di rifiatare anche lui. Dal 32’st Ünder SV.

Pastore 6,5: si abbassa molto per ricevere palla, tenta alcuni numeri di alta scuola che, fino a poche settimane fa, non avrebbe nemmeno provato a fare. Arriva al tiro in un paio di occasioni ma non trova il gol. Dal 35’st Perotti SV.

Kluivert 5,5: spreca una buona occasione con un tiro centrale, ribattuto, invece di mirare sul secondo palo. Sciupa anche un paio di contropiedi anche per la sua poca abilità nel proteggere il pallone.

Dzeko 6: si vede poco nel primo tempo ma sale in cattedra per buona parte del secondo tempo, soprattutto in qualità di rifinitore non avendo avuto occasioni per segnare.

Fonseca 6: costretto a buttare nella mischia sempre gli stessi, propone una squadra che se la gioca molto bene contro i tedeschi. È mancato l’ultimo passaggio, l’ultima decisione e un po’ di fortuna.