Stadio, Marino: "Pallotta vuole che tutto sia pronto per il novantesimo anniversario della fondazione della Roma"

23.08.2014 15:39 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    vedi letture
Stadio, Marino: "Pallotta vuole che tutto sia pronto per il novantesimo anniversario della fondazione della Roma"
© foto di Alessandro Carducci

Di seguito uno stralcio dell'intervista del sindaco di Roma, Ignazio Marino, rilasciata a Il Corriere della Sera.
 

"L’ho detto chiaramente a Jim (James Pallotta, ndr): non voglio altre ferite aperte nella città, quindi i lavori devono svolgersi simultaneamente, rispettando una tempistica precisa, lo stadio e le infrastrutture, tutto deve essere pronto per l’estate del 2017. Abbiamo ottenuto molti risultati, più soldi, ed esattamente sessanta milioni in più, meno cubature (centomila metri cubi, ndr) e la metropolitana, che da Eur Magliana si diramerà verso Tor Di Valle, oltre al ponte pedonale e a un parco meraviglioso, anch’esso videosorvegliato metro per metro, in modo che sia sicuro e a disposizione dei cittadini. La soddisfazione è duplice: perché questo lavoro rappresenta sì un sogno per i tifosi ma anche una straordinaria iniezione per l’economia della città. Ecco, è una vittoria dei cittadini e non solamente dei sostenitori giallorossi". 

Marino la soddisfazione è lecita ma, sa, a Roma siamo abituati agli annunci e meno ai fatti... 
"Allora si può dire che è finito il tempo delle amministrazioni che facevano annunci ed è giunto il momento di chi realizza ciò che ha annunciato. L’ho detto chiaramente anche poco fa, questa non è la fine della storia ma l’inizio, e su questo fronte il lavoro non si deve fermare mai: entro il 31 agosto mi porteranno il piano di fattibilità e il bilancio preciso per il prolungamento della metropolitana in modo che io possa riunire la giunta e valutare l’interesse pubblico. In ogni caso, anche Pallotta sostiene che tutto deve essere pronto per il novantesimo anniversario della fondazione della Roma, giugno 2017". 

Quanto vale questa partita ? 
"Un miliardo e mezzo, tra investimenti e indotto. Oggi è venuto alla riunione, per incontrarci, il presidente della Aeg, la più grande industria d’intrattenimento del pianeta: vogliono sfruttare l’area per organizzare festival e concerti, a settembre ci vedremo a Roma".