Stadio, Magliaro: "Sono stati fatti dei passi in avanti. C'è voglia di stringere i tempi, domani è prevista una riunione tra Comune e Acea"

17.09.2019 19:32 di Simone Valdarchi Twitter:    Vedi letture
Stadio, Magliaro: "Sono stati fatti dei passi in avanti. C'è voglia di stringere i tempi, domani è prevista una riunione tra Comune e Acea"

Fernando Magliaro, giornalista de Il Tempo, ha parlato ai microfoni di TeleRadioStereo a proposito dello Stadio della Roma. Queste le sue dichiarazioni: "A che punto sono i lavori? Siamo andati un po' avanti. C'eravamo lasciati con la sospensione un po' per il periodo e un po' per la sentenza di De Vito. Ieri c'è stata una delle due riunioni preparatorie del Comune con la Città Metropolitana. In sintesi il problema della riunione di ieri era la questione degli svincoli. Il Comune li vorrebbe in un certo modo, mentre la Città Metropolitana ha altre esigenze. È prevista per questo mercoledì una riunione del Comune con Acea per fissare alcune questioni in materia di odori in determinate condizioni atmosferiche. Dopodiché dovrà essere convocata una riunione plenaria, che vedrà dunque partecipare la Roma con Eurnova, e che sarà aperta a tutti gli attori della vicenda. Una sorta di Conferenza di Servizi, anche se non può essere definita così. Non potrebbe partecipare anche Pallotta? Potrebbe, ma credo sia una cosa un po' inutile. Ha vissuto la vicenda in modo diretto ma sempre con dei canali di intermediazione, vedi ad esempio Baldissoni. La sua partecipazione in una riunione così tecnica non sarebbe così utile. Questa riunione potrebbe imprimere una svolta. Chi si occupa della vicenda Stadio in Comune ha ricevuto l'indicazione di chiudere, in un senso o nell'altro, l'intera questione. Paradossalmente più va avanti la vicenda più è difficile tornare indietro. Il fatto che il progetto Stadio non sia saltato deve farci riflettere. Se con un esponente come Bertini il progetto non è saltato vuol dire che evidentemente le cose erano state fatte talmente bene che era impossibile tornare indietro. La procura di Roma ha passato la vicenda al setaccio e sullo Stadio in quanto procedimento non ha avuto nulla da ridire. L'iter è stato ben incardinato. Chi ha dato avvio al procedimento lo ha fatto con un rigore che ancora oggi è cristallino".