LA VOCE DELLA SERA - Squadra a Riscone, domani primo allenamento, no a Simplicio e Okaka. Kameni è vicinissimo, Menez verso la Francia. Possibile addio di Pradè

15.07.2011 21:20 di Adriano Mazzone   vedi letture
Alessandro Carducci
Alessandro Carducci
© foto di Voce giallorossa

RITIRO – La squadra è partita oggi per il ritiro a Riscone di Brunico in Trentino Alto Adige dove è arrivata intorno alle 18 e 40 sotto una pioggia torrenziale. Dopo l'accoglienza all'Hotel Hintehuber, dove risiederà per le prossime due settimane, ed essersi sistemati, nella mattinata di domani si terrà il primo allenamento alle 10 e 30 e a seguire la conferenza stampa.
Tra gli esclusi dal ritiro ci sono anche Okaka e Simplicio che rimarranno ad allenarsi a Trigoria. Il primo si è detto piuttosto amareggiato della mancata convocazione, mentre il brasiliano ha fatto sapere tramite il suo agente che è tranquillo e che si farà trovare pronto a dare una mano ai compagni quando ritorneranno.

KAMENI – Vicinissimo alla maglia giallorossa il portiere camerunense che oggi non si è presentato alle visite mediche dell'Espnyol. Dalla Spagna danno per certo un suo passaggio al club capitolino nei prossimi giorni. Non si abbandona comunque la pista Stekelenburg che potrebbe arrivare comunque lasciando a Kameni il compito di secondo.

PRADE' – Ancora incerta la permanenza dell'ex Ds giallorosso nella società. Secondo Sky Pradè avrebbe deciso di lasciare Trigoria rinunciando al ruolo di vice-Sabatini, ma non si sono fatte attendere le smentite dello stesso ex Ds che ha dichiarato che ha rimandato la decisione sul suo futuro alla prossima settimana.

MEXES - "Nostalgia di Trigoria? E’ chiaro, non mi manca solo Totti ma tutti i compagni di squadra che rimarranno nel mio cuore. Ora sono molto fiero di essere milanista ma non rinnegherò mai Roma e i tifosi, perché quello che hanno fatto per me sono cose che mi aspettavo ma non fino a quel punto. Ci penso spesso ma ora sono al 100% milanista. Alla Roma ho vissuto sette anni eccezionali e li ricorderò sempre, devo ringraziare tutti quanti perché se sto qui ora, devo ringraziare i compagni, la società, i tifosi e la città di Roma. Il cambiamento è per tutti, per la Roma e per me. Devo pensare a me, senza scordarmi dei Sensi, degli allenatori, di Francesco, di Daniele e dei miei compagni. Roma mi mancherà perché sette anni sono tanti. Mi mancheranno anche i tifosi perché sono spettacolari. De Rossi? Penso sia un grande calciatore, un ragazzo umile e semplice. Penso che sappia cosa debba fare, mi fido di lui e lo ammiro. Qualsiasi cosa farà gli auguro il meglio perché lo merita. Non c'è nessuna differenza tra i tifosi di Roma e Milan; i tifosi della Roma sono grandi, ma anche quelli del Milan non sono da meno. Un esempio è il primo giorno di raduno, quando ci hanno accolto. Avere questo calore dei tifosi è più bello quando va bene, è una cosa che mi ha colpito a Roma e che mi mancherà. Sono stati sette anni eccezionali". Queste le parole di Philippe Mexes, rilasciate nel corso dell'odierna conferenza stampa di presentazione del giocatore.

MERCATO IN ENTRATA – Per quanto riguarda i sicuri arrivi, Josè Angel ieri si è sottoposto alle visite mediche e ha firmato un quinquennale da settecentomila euro (più i premi) a salire. probabilmente raggiungerà i compagni nella seconda settimana di ritiro. Per Bojan si attende invece l'ufficializzazione di Sanchez al Barcellona per poter liberare il giocatore che vuole mettersi subito a disposizione.
Parlando invece degli obiettivi, per il difensore argentino Silvestre, la valutazione del suo cartellino è tra i sette e gli otto milioni, troppi per la Roma che vorrebbe uno sconto, o magari arrivare alla cifra inserendo Okaka come contropartita tecnica. Gli altri nomi che si fanno per la difesa sono quelli dell'altro argentino Heinze, svincolato dal Marsiglia, Gabi Milito, svincolato dal Barcellona o ancora Simon Kjaer dal Wolfsburg. Passando al centrocampo, si ritorna a parlare di Sandro del Tottenham, ma l'agente del calciatore ha oggi dichiarato: “Non ho avuto nessun contatto, ma se il Tottenham decidesse di vendere Sandro, la destinazione Roma sarebbe gradita”. Un ritorno di fiamma si è avuto anche per il giovane talento del Pescara, Marco Veratti, che è sembrato vicino alla Roma, ma il suo agente, contattato in esclusiva da Vocegiallorossa.it, ha smentito un presunto accordo aggiungendo che alle condizioni poste dal Pescara, difficilmente l'affare si farà.

MERCATO IN USCITA – Conclusa la telenovela legata al portiere brasiliano Alexandre Doni che in giornata ha firmato con il Liverpool dopo essersi sottoposto alle visite mediche. Ufficiale anche il passaggio di Stefano Guberti al Torino con la forma del prestito con diritto di riscatto, mentre sono sempre più insistenti le voci riguardanti un vicino addio di Menez in rotta verso la Francia, Marsiglia e Psg le favorite.