La Roma in Nazionale - Portogallo-Uruguay 2-0 - Bruno Fernandes decide le sorti del girone. Vina in campo dall'86', panchina per Rui Patricio

29.11.2022 12:42 di Andrea Gonini Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Andrea Gonini
La Roma in Nazionale - Portogallo-Uruguay 2-0 - Bruno Fernandes decide le sorti del girone. Vina in campo dall'86', panchina per Rui Patricio
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Dopo la vittoria sofferta contro il Ghana per 3-2, il Portogallo ha sfidato e battuto l'Uruguay nella sfida valevole per la seconda giornata del gruppo H. La Celeste, dopo il pareggio ottenuto contro la Corea del Sud nella prima giornata e la sconfitta contro i lusitani, non può più permettersi altri passi falsi nell'ultima partita del girone dove affronterà il Ghana. Il Portogallo, invece, viaggia a punteggio pieno con due vittorie su due.

Nella prima frazione di gioco è il Portogallo ad avere il pallino del gioco in mano, rendendosi pericoloso con delle ripartenze senza spaventare però la porta difesa da Rochet in modo concreto. Tuttavia, la prima palla gol capita tra i piedi di Bentancur che, dopo essersi sbarazzato di un paio di avversari, si divora il gol a tu per tu con il portiere.
Nella ripresa i campioni salgono in cattedra: Bruno Fernandes premia l’inserimento di Cristiano Ronaldo che, nel tentativo di trovare l’impatto con il pallone, beffa l’estremo difensore avversario. Il gol verrà poi convalidato al centrocampista portoghese. L’Uruguay reagisce molto bene allo svantaggio, colpendo un palo e creando molte azioni in zona offensiva. Malgrado ciò, sono i lusitani a trovare il gol del raddoppio nel finale sempre con Bruno Fernandes. Dopo una review al VAR del direttore di gara, su un tocco di mano sospetto da parte di Gimenez in area di rigore, l'arbitro indica il dischetto del rigore, il quale viene trasformato con freddezza dal numero 11. Nel finale, è sempre il giocatore del Manchester United a rendersi pericoloso: solo il palo gli nega la gioia della tripletta.

MATIAS VINA - Il giallorosso entra al minuto 86 in una fase complicatissima del match, disputando quasi 15 minuti (considerando i 9 minuti di recupero concessi dopo il 90’). 

RUI PATRICIO - Il portiere della Roma è rimasto in panchina per tutta la durata dell'incontro, proprio come accaduto nella prima giornata contro il Ghana.
 

PORTOGALLO-URUGUAY 2-0 (54', 90'+3' rig. Fernandes)


PORTOGALLO (4-3-3): Diogo Costa; Joao Cancelo, Pepe, Ruben Dias, Nuno Mendes (42' Guerreiro); Ruben Neves (69' Leao), Bruno Fernandes, William Carvalho (83' Palhinha); Bernardo Silva, Cristiano Ronaldo (82' Ramos), Joao Felix (82' Nunes)
A disp.: Rui Patricio, Sa, Dalot, Silva, Vitinha, Joao Mario, Horta, Antonio Silva.
CT: Fernando Santos



URUGUAY (3-5-2): Rochet; Gimenez, Godin (62' Pellistri), Coates; Varela, Valverde, Bentancur, Vecino (62' De Arrascaeta), Olivera ( 86' Vina); Cavani (73' Suarez), Nunez (72' Gomez):
A disp.: Muslera, Sosa, De La Cruz, Torreira, Torres, Caceres, CanobbioUgarte, Rodriguez.
CT: Diego Alonso




Arbitro: Faghani (IRN)
Assistenti: Mansouri (IRN), Abolfazli (IRN)
Quarto Ufficiale: Al Jassim (QAT)
VAR: Al Marri (QAT)
AVAR: Evans (AUS)