Roma-Milan 1-2 - La gara sui social: "Episodi a parte, commessi errori da scuola calcio. Appena si alza il livello, non si vince"

01.03.2021 22:00 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
Roma-Milan 1-2 - La gara sui social: "Episodi a parte, commessi errori da scuola calcio. Appena si alza il livello, non si vince"
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Festival degli errori allo stadio Olimpico, con la Roma che "conferma" il tabù con le big della Serie A uscendo sconfitta 1-2 per mano del Milan. Rossoneri padroni del campo nei primi 20', con occasioni non finalizzate per scelte sbagliate (soprattutto l'assist di Rebic per Ibrahimovic in fuorigioco). I giallorossi provano a prendere campo e sciupano anch'essi con Mkhitaryan che, tutto solo davanti a Donnarumma, prova a sorprenderlo con un complicato pallonetto. A fine primo tempo, calcio di rigore per gli ospiti grazie all'intervento del VAR, che richiama Guida per un precedente pestone in area di Fazio su Calabria. Kessié si presenta dal dischetto e non sbaglia. A inizio ripresa, comunque, la Roma trova il pareggio con un bel tiro di Veretout, per poi capitolare più avanti con Rebic. Nel finale, negato un rigore per parte. Al termine della partita, il popolo giallorosso, attraverso i più noti social network, ha commentato l’esito dell’incontro. Questa rubrica di Vocegiallorossa.it propone ai nostri lettori i pensieri a caldo dei tifosi capitolini.

I supporters romanisti sono amareggiati per l'ennesimo passo falso contro una squadra "grande", con la classifica che diventa improvvisamente deludente perché vede la Roma fuori dalla zona Champions League, al quinto posto scavalcata dall'Atalanta.

Maria Chiara analizza

seguita da Paolo 

e da Andrea 

Lorenzo prosegue 

con Gianluca che ci va giù pesante

e Tommaso che dice

Giuseppe continua con le critiche 

Sebastiano polemizza 

mentre Paolo afferma 

con Xesc che si sfoga

Infine, Oronzo critica apertamente Fazio

con chiosa affidata a Gabriele

e il messaggio sibillino di Cristiano a concludere