Vierchowod: "La Roma deve migliorare in difesa e nella fase di transizione. Chi è in prestito può fare la differenza"

12.09.2019 15:36 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Vierchowod: "La Roma deve migliorare in difesa e nella fase di transizione. Chi è in prestito può fare la differenza"

È intervenuto ai microfoni di Tele Radio Stereo Pietro Vierchowod, ex difensore campione del mondo e campione d'Italia con la Roma nella stagione 1982/83: "Le difese delle prime giornate? Inguardabili. La maggior parte degli allenatori non sa neanche come si allena la difesa. La fase difensiva nel calcio esiste ma molti allenatori non sono stati difensori bensì centrocampisti o attaccanti. Si vedono quindi tanti goal ma per me non è spettacolo. Gli attaccanti sono bravi ora ma una volta lo erano di più, la differenza è che in difesa in passato c'erano grandi difensori. Le squadre medio-piccole non possono affrontare le grandi a viso aperto, devono giocare accorte".

Sulla questione prestiti nella Roma: "Quando si va in prestito un professionista va per giocare e vincere non di certo per andare in vacanza. Magari gioca anche per dimostrare alla squadra che detiene il cartellino di meritare il ritorno. Si può essere mandati in prestito per vari motivi ma un giocatore che arriva in prestito può comunque avere tantissima qualità e fare la differenza".

Sul campionato della Roma: "È una squadra in costruzione, al momento deve registrare il reparto difensivo perché prende troppi gol e migliorare soprattutto nella transizione delle due fasi".