Spinazzola: "Penso solo alla Roma, una follia dire che io sia rotto"

20.01.2020 08:45 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
© foto di Insidefoto/Image Sport
Spinazzola: "Penso solo alla Roma, una follia dire che io sia rotto"

Al termine della sfida contro il Genoa, ha parlato Leonardo Spinazzola:

Spinazzola a Sky Sport

Settimana particolare...
“È stata una settimana intensa, volevo giocare bene e vincere. Ora pensiamo alla Juventus e poi al derby”.

Sto bene alla Roma?
“Sì, ogni giocatore vuole il meglio per sé, se fai questo aiuti tanto la squadra, oggi ho aiutato la squadra e sono contento”.

Condizione fisica?
“Io sto bene, mi sembra una follia che si dica che sia rotto. Era importante oggi, ho corso tanto, mi sono allenato a Milano da solo in palestra, poi mi sono allenato appena tornato a Roma”.

Futuro?
“Resto qui, ora ci aspetta una settimana importante con squadre che stanno benissimo, da domani prepareremo le partite”.

Deluso da qualcuno?
“Penso che Petrachi abbia già parlato e non voglio aggiungere altro, penso alla Roma”.

Spinazzola a Roma TV

Vittoria fondamentale?
"Si, abbiamo fatto un primo tempo quasi perfetto, peccato per il gol loro su un nostro errore incredibile. Abbiamo giocato bene, loro pressavano tanto, dovevamo lottare a abbiamo vinto".

Una settimana particolare, il karma oggi ti ha premiato. Quali sono le tue sensazioni?
"Ho passato la settimana della moda a Milano, almeno mi sono divertito. Sono stati giorni intensi, ma sono tornato a Roma più carico, grazie all'affetto dei tifosi sui social, li ringrazio moltissimo".

Questa squadra si esalta in emergenza?
"Si, oggi eravamo contati, era difficile ma abbiamo dimostrato, già in passato, di saper combattere l'emergenza. Anche chi gioca meno sa cosa deve fare, abbiamo grande spirito e ci divertiamo, quindi ci viene tutto più facile".

Sei tornato più convinto?
"Si, ho una carica di rabbia per quello che mi hanno detto. Mi hanno detto che sono rotto, ma sono chiacchiere. Gioco con la Roma, ho giocato con la Juventus, l'Atalanta e la Nazionale, allora tutti i medici sono incompetenti? Ho dimostrato che sto bene e sono molto carico".

I compagni cosa ti hanno detto?
"Abbiamo scherzato, mi sono ripresentato e mi hanno dato il benvenuto come se fossi stato un nuovo acquisto. Mi faccio voler bene, sono sempre allegro ed educato quindi erano felici di rivedermi".