Mazzone: "E' un momento difficile per la Roma. La potenzialità della squadra non è così elevata"

04.10.2010 13:09 di Pascal Desiato   vedi letture
Mazzone: "E' un momento difficile per la Roma. La potenzialità della squadra non è così elevata"
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico De Luca

Queste le parole, rilasciate a tuttomercatoweb, dall’ex mister della Roma Carlo Mazzone riguardo al momento delicato che sta attraversando il club giallorosso.

Mister, per la Roma è un momento delicato.
"Il momento è molto difficile come lo è capire i perché di tutto questo. Molti giocatori hanno avuto degli infortuni e quindi non è stato possibile vedere la squadra esprimersi con tutte le sue potenzialità. Mi auguro che adesso la Roma si riprenda e possa esprimere le ottime qualità di cui dispone".

Borriello, ha dichiarato che l'organico della Roma ha le stesse potenzialità delle grandi d'Europa. E' d'accordo?
"Si è lasciato prendere dall'euforia. La potenzialità della Roma non è così elevata, pur essendo un'ottima squadra".

A proposito: ieri, a fine partita, c'è stata una piccola querelle: Ranieri ha sostituito il giocatore affermando di averlo visto stanco. Borriello, dal canto suo, ha smentito di essere stanco e ha detto di essere rimasto sorpreso dalla sostituzione.
"I giocatori devono parlare di meno e rispettare gli allenatori che sono coloro che pagano di persona. Gli allenatori cercano di fare il meglio per la squadra, poi è il giocatore che deve ripagare le scelte. Borriello pensi a fare gol e parli meno dell'allenatore".

Oggetto delle critiche è Claudio Ranieri.
"Ranieri l'anno scorso era considerato come uno dei migliori allenatori italiani, ha perso qualche partita e ora comincia ad essere criticato. I giudizi dovrebbero essere più equilibrati"

Come si esce da questo momento?
"Con molta calma, bisogna tapparsi le orecchie e non scendere in polemiche. Se c'è qualcosa che non va è bene che si chiarisca tra quattro mura, in maniera riservata. E poi bisogna preparare bene le partite sotto tutti i punti di vista".

Una provocazione: che effetto le fa vedere la Lazio in testa alla classifica nello stesso momento in cui la Roma è in nette difficoltà?
"Non succedeva da anni!(sorride,ndr). Sono tifoso della Roma e orgoglioso di esserlo, ma bisogna fare i complimenti a Lotito che si è preso tante critiche ma ha allestito un'ottima squadra e ha scelto un ottimo allenatore. Il primo posto della Lazio, comunque, non mi dà fastidio, ma ciò che mi infastidisce è la posizione della Roma. E poi, non dimentichiamolo: l'ultimo scudetto la Lazio l'ha vinto grazie alla Roma e quindi noi romanisti abbiamo dei meriti anche sull'ultimo titolo dei biancocelesti (sorride,ndr)".