Mario Rui: "Mi sono sentito un ragazzino, più libero mentalmente dopo la scivolata"

26.11.2016 16:24 di Gabriele Chiocchio Twitter:    vedi letture
Fonte: Roma TV
Mario Rui: "Mi sono sentito un ragazzino, più libero mentalmente dopo la scivolata"
© foto di Alessandro Carducci

Mario Rui ha parlato a Roma TV al termine del match tra Roma e Bologna Primavera: "Sensazioni? Sono state positive, dopo tanto che non giocavo mi sono sentito molto bene. Ringrazio questi ragazzi, il mister, lo staff e chi non c'è oggi come il nostro staff medico e tecnico. Mi sono sentito come un ragazzino, come fosse la prima volta che giocavo. Nuovo inizio? Sono rimasto in panchina per rispetto di questi ragazzi, da quando sono rientrato mi sono allenato ogni giorno con loro, devo molto a loro, mi hanno dato la possibilità di allenarmi e riprendere condizione. Mi resteranno sempre in mente, mi hanno dato qualcosa di importante. Sono contento, mi ha fatto piacere l'affetto che ho ricevuto in questi mesi, la gente cercava di tirarmi su e questo mi ha dato forza per tornare il prima possibile, spero di ripartire al meglio. Il salvataggio in scivolata? Sinceramente non l'avevo ancora mai provata, mancava solo quella. Ho pensato di provarci, il ginocchio sta bene, io sto bene, ho visto che dopo quell'intervento potevo liberarmi mentalmente, è andato tutto bene".