Mancini: "Il nostro obiettivo è la Champions League. Fonseca ha capito le nostre esigenze". VIDEO!

07.12.2019 10:30 di Danilo Budite Twitter:    Vedi letture
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
Mancini: "Il nostro obiettivo è la Champions League. Fonseca ha capito le nostre esigenze". VIDEO!

Al termine di Inter-Roma ha parlato Gianluca Mancini:

Mancini a Sky Sport

Ti sei divertito?
"Sì, con Lautaro è stato un bel duello".

Ti caricano gli uno contro uno?
"Sì, giocare contro questi attaccanti è molto bello, Spinazzola mi ha molto aiutato perché ho fatto degli errori, ma sto cercando di imparare il più possibile".

La dimensione della Roma?
"Dobbiamo lottare per la Champions League, siamo un bel gruppo, ci sono giocatori che aiutano i giovani. Siamo forti e dobbiamo dimostrarlo anche con le cosiddette piccole, dobbiamo avere questo atteggiamento e arrivare in Champions".

Fonseca?
"All'inizio ho avuto delle difficoltà, dal gioco di Gasperini a Fonseca ci sono tante differenze. Ho cercato di imparare velocemente perché non puoi perdere tempo. Ringrazio tutti i miei compagni, lo staff, mi hanno aiutato".

I miglioramenti della squadra?
"All'inizio abbiamo avuto difficoltà perché il mister veniva da un altro campionato, lui usa un modo di difendere che in Italia non si usa, usa molto le scalate. Io ero abituato alla difesa a 3, ma il mister ha capito le nostre esigenze e si è preoccupato della profondità e non eravamo messi bene in campo, sa leggere benissimo le partite, le prepara benissimo e ti aiuta molto".

Le battute dei compagni?
"Sì, mentre parlo (ride, ndr). Spinazzola sta facendo la parte del gufo".


Mancini a Roma TV

Avete annullato Lautaro e Lukaku
"Si, abbiamo difeso benissimo e fatto risultato contro una grande squadra. Dispiace perchè. il primo tempo per mezz'ora abbiamo giocato benissimo, ma è un buon punto".

Giochi come un veterano.
"Mi sento una trentina di anni infatti, anche se ne ho 23. Mi aiutano molto i compagni più esperti, anche stasera ho fatto qualche errore, capita in queste partite, ma sono sempre pronto a migliorarmi".

L'intesa con Smalling?
"Abbiamo un feeling particolare, ci capiamo con uno sgaurdo. Cerco di imparare da lui, così come da Fazio e da Juan".

Avete spesso preso il rischio dell'uno contro uno. Era una scelta calcolata?
"Sono momenti della partita. Diawara ci ha aiutato moltissimo, alcune volte abbiamo giocato l'uno contro uno, anche se ho perso un duello con Lautaro e mi ha coperto benissimo Spinazzola. Ci siamo aiutati tantissimo, tutti davano l'anima e quando tutti giocano così per noi difensori centrali è tutto più facile".


Mancini in zona mista

Buon punto?
"Si, abbiamo difeso benissimo, dagli attaccanti ai centrocampisti. Ci voleva questo sacrificio per fare risultato qui e siamo soddisfatti".

Come l'avete preparata la partita?
"Molto bene, sapevamo i loro punti forti e punti deboli. Il mister ci chiede sempre grande spirito e abbiamo dimostrato di aiutarci l'uno con l'altro".

Il risultato è giusto?
"Si, abbiamo regalato qualche occasione all'Inter, a noi è mancato l'ultimo passaggio. È stata una partita equilibrata".

C'è qualche rammarico per non aver segnato?
"No, sono stati bravi loro a difendere, ci è mancato l'ultimo passaggio ma per merito loro".

Quanto può crescere ancora la Roma?
"Moltissimo, non si smette mai di crescere. Il mister lavora tanto e noi lo seguiamo moltissimo".

Conte ha detto che Mirante è stato il migliore in campo. Sei d'accordo?
"Queste sono le analisi di un mister molto preparato. Antonio ha fatto grandissime parate, Handanovic un po' di meno, ma i primi trenta minuti la palla l'abbiamo avuta solo noi":