Lanna: "Vedo Schick seconda punta vicino a Dzeko. Bisogna trovare in tempi rapidi l'assetto tattico giusto"

 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:   articolo letto 7457 volte

È una Roma che ha debuttato con un pareggio quella scesa in campo ieri sera allo stadio Olimpico contro l'Atletico Madrid. Un punto che lascia aperto il discorso qualificazione ma che ha fatto storcere il naso a molti, visto il secondo tempo giocato dagli uomini di Di Francesco salvati in più occasioni dalle parate di Alisson. Della sfida di ieri e del lavoro che attende ora il tecnico dei giallorossi ne ha parlato, all'interno di Tribuna Stampa sulle frequenze di TMWRadioMarco Lanna, ex difensore di Sampdoria e Roma. "Di Francesco sta impiegando un po' di tempo per creare un gruppo simile a quello con cui al Sassuolo riuscì a centrare l'Europa League, ma a Roma non si può aspettare. Tempo però ce ne vuole per trovare gli automatismi giusti, Dzeko ha in parte corretto le sue affermazioni di ieri, Nainggolan parte da più lontano, Perotti è l'unico che prova a saltare l'uomo ed è normale che il centravanti si senta più solo. L'Atletico ha avuto molte occasioni, Alisson è stato il migliore in campo, ma per molti era l'esordio in questa competizione e cominciare con uno 0-0 in casa riuscendo a creare qualcosa contro una squadra che in Champions League è abituata a giocare è un buon risultato e tempo per migliorare ce n'è".

Ieri sera sono emerse difficoltà in fase offensiva. Di Francesco ha cambiato in corso l'assetto dei suoi, ma con l'ingresso di Schick si può pensare a un cambio di modulo?
"Ci può stare. Vedo Schick più seconda punta, vicino a Dzeko e non esterno come Salah. Di Francesco è intelligente e sa cosa possono dargli i giocatori che ha a disposizione. Sta cercando di portare avanti la sua filosofia ma non è un fondamentalista, e ieri lo ha fatto vedere. Può darsi che nelle prossime gare qualcosa potrà cambiare e magari ci sta già pensando".

Che percentuali dai per il passaggio del turno dei giallorossi?
"Atletico e Chelsea sono un po' più avanti, per esperienza e potenzialità. Conte continua a produrre risultati e Simeone è un tecnico che con l'Atletico crea problemi a tutti. La Roma deve trovare in tempi rapidi un assetto tattico che le permetta di essere pericolosa in attacco e accorta in difesa. Defrel oggi si sacrifica e in attacco arriva stanco ed è qui e a centrocampo che il tecnico dovrà lavorare nei prossimi mesi".