Konsel: "Totti sembra un ragazzino. Skorupski? Serve esperienza"

14.08.2014 16:41 di Gabriele Chiocchio  Twitter:    vedi letture
Fonte: Roma Channel - Sky Sport
Konsel: "Totti sembra un ragazzino. Skorupski? Serve esperienza"
© foto di Gino Mancini

L’ex portiere della Roma Michael Konsel è intervenuto ai microfoni di Roma Channel.

Riesci a seguire la Roma?
“Non ho seguito, non so come ha cambiato. Ma il campionato scorso lo ha giocato benissimo. Ho visto qualche partita allo stadio, vengo spesso a Roma. Conosco Totti e De Rossi”.

Come ritrovi Totti?
“E’ cambiato un po’. È in grande forma, sembra un ragazzino. È sempre in movimento. È una bravissima persona, l’ho visto giovanissimo, è cresciuto con noi e ha fatto bellissime cose. È diventato prestissimo capitano e lo ha fatto in modo incredibile”.

Che ricordi hai della Roma?
“Non era un periodo difficile, mi piaceva l’atmosfera e il modo di giocare. Sono entrato in questa famiglia, mi hanno chiamato subito pantera”.

Skorupski è pronto per una stagione da protagonista?
“Ho parlato in albergo con De Sanctis, è abbastanza in forma. Ha avuto un infortunio grave per un portiere. Skorupski è un talento, a Roma serve anche esperienza”.

Quanto è difficile fare il portiere all’Olimpico?
“Si impara e si cresce. Con la Curva Sud alle spalle puoi imparare tutto”.

Giocatori interessanti in Austria?
“Abbiamo Alaba, lo conoscono tutti. Abbiamo una buona squadra, a livello di club c’è il Salisburgo che in questo momento è la più forte di tutte. Speriamo tutti che arrivi in Champions League”.

Un saluto ai tifosi della Roma?
“Un grandissimo saluto, mi hanno aiutato tanto quando ho giocato contro la Lazio, non li dimenticherò mai”.

Konsel è poi intervenuto anche ai microfoni di Sky Sport

Ti aspettavi di ritrovare Totti a 38 anni così?
“L’ho trovato benissimo, è in gran forma. È sempre un ragazzo. È strano, perché in Serie A non è facile giocare per così tanto tempo. Sono contento per lui e per la Roma”.

De Sanctis è il portiere che serviva alla Roma?
“E’ molto importante, ha esperienza. Anche io quando sono venuto a Roma ero vecchietto, ma per noi non è una questione di età, ma di qualità ed esperienza”.

Nella sua formazione ideale prenderebbe Buffon o De Sanctis?
“In questo momento Neuer, mi dispiace. Mi piace il suo modo di giocare, quando ho giocato con Zeman abbiamo giocato in modo simile. È bravo con i piedi”.

Ha avuto la possibilità di vedere Skorupski?
“Non l’ho ancora visto. Se è un talento si vede. Spero che sia un portiere vero per la Roma, giocare in porta nella Roma è difficile”.