Graziani: "Alcune squadre si sono avvicinate alla Juventus. Totti è sempre presente in società"

03.09.2018 18:25 di Andrea Cioccio   vedi letture
Graziani: "Alcune squadre si sono avvicinate alla Juventus. Totti è sempre presente in società"
Vocegiallorossa.it

L'ex attaccante della Roma e campione del mondo in Spagna '82 Francesco Graziani ha rilasciato un'intervista a SoccerMagazine.it, in cui si è soffermato in generale sul campionato appena iniziato, sulla Roma e su Francesco Totti. Ecco uno stralcio delle sue dichiarazioni.

Secondo lei c’è almeno una possibilità che nonostante l’acquisto di Ronaldo la Juventus non vinca il campionato, lasciando una speranza alle altre?
"Penso proprio di sì, io credo che alcune squadre si siano avvicinate. Il Napoli stesso è abbastanza vicino, al di là della sconfitta di ieri. Noi dobbiamo guardare al di là di quelli che sono stati i risultati di ieri. Io credo che l’Inter sia una squadra che si può avvicinare alla Juve per contenderle eventualmente la possibilità di non rivincere, però se tanto mi dà tanto, è iniziata la stagione, questi hanno già 9 punti e tra le cosiddette squadre che sono interessate a toglierle questa possibilità c’è solo il Napoli che ne ha 6, poi l’Inter e la Roma ne hanno 4 e il Milan 3 anche se deve recuperare una partita, quindi ho l’impressione che la Juve abbia già preso il largo".

Milan-Roma è stata una partita particolare anche perché la prima con i due capitani storici in dirigenza. A differenza di Maldini che ha detto subito la sua dopo l’insediamento nella società, Totti si sente meno spesso. Le dispiace vederlo meno presente sulla scena?
"Lui è sempre presente. Che sappia io tutti i giorni a Trigoria parla con Monchi, parla con Di Francesco, parla con il direttore Baldissoni, segue la squadra in casa e in trasferta. Pubblicamente Maldini cosa ha fatto di diverso? Ha esternato qualche cosa nell’immediato della partita, ma in altre circostanze abbiamo visto che anche a Totti hanno chiesto qualcosa e lui ha risposto, per cui non credo che Totti abbia un ruolo diverso o inferiore rispetto a quello che oggi ha Maldini".