Garzya: "Il Lecce partirà con un vantaggio psicologico, nella Roma le paure potrebbero farsi sentire"

22.02.2020 12:14 di Gabriele Chiocchio Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Garzya: "Il Lecce partirà con un vantaggio psicologico, nella Roma le paure potrebbero farsi sentire"

Il doppio ex di Roma e Lecce Luigi Garzya ha rilasciato un'intervista al Quotidiano di Puglia.

Sul Lecce.
“Immagino un Lecce col furore agonistico immagino un’altra grandissima giornata del tifo di casa nostra ora che, grazie al puntuale, intelligente intervento del presidente Sticchi Damiani, le porte dell’Olimpico si spalancheranno a tutti i tifosi salentini che vorranno convergere dalle diverse parti d’Italia per spingere Liverani e i suoi in una domenica difficilissima che potrebbe farsi esaltante. Le condizioni ambientali potranno essere determinanti”.

Su Roma-Lecce del 1986.
“Avevo 17 anni ero sulla panchina l’eccesso. Vissi il trauma di uno stadio stravolto e già ubriaco di gioia per il sogno che si stava avverando. Poi l’ambiente romano l’ho conosciuto benissimo quando l’ho vissuto a lungo. Roma è una città particolare, si è sotto una pressione terribile sette giorni su sette. Poi, l’esplosione della Lazio sta complicando la vita ai giallorossi e ai loro tifosi”.

Sulla partita.
“Partirà con il vantaggio psicologico. Se riuscirà a creare situazioni di gioco difficili per la squadra di Fonseca, le paure e i malumori potrebbero già farsi sentire, anche se la vittoria in Europa ha portato dei benefici. Il Lecce ci può provare anche con l’aiuto dei tifosi”.