Garcia: "E' una vittoria di Pirro, spero i tre infortuni non siano gravi"

26.09.2015 20:20 di Alfonso Cerani   vedi letture
Garcia: "E' una vittoria di Pirro, spero i tre infortuni non siano gravi"
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico Gaetano

Garcia a Mediaset

"Ci voleva, arrivano vittoria e 3 punti. Ma è una vittoria di Pirro, dopo 50 minuti abbiamo fatto tre cambi per inforutnio... Domani vedremo come stanno, non posso dire altro, spero non sia grave. I ragazzi erano tranquilli, sapevo che ripetere una prestazione come quella con la Samp ci avrebbero portato la vittoria. L'unico neo sono gli infortuni perché giocheremo di nuovo martedì. Sono contento perché quando attaccavamo Matos veniva sempre a sinistra, sapeva che Miacon spingeva tanto, ma Nainggolan e Keita hanno dato una mano ai centrali. De Sanctis ha fatto una buona partita e ha parato un rigore, solo un portiere di coraggio può fare la seconda parata. Gervinho ha segnato, è stato pericoloso e ha dimostrato che ci sarà d'aiuto".

Garcia a Sky Sport

“Stasera abbiamo giocato bene segnando 5 gol, potevano essere di più ma il Carpi non ha mollato. Peccato gli infortuni, è stata una vittoria di Pirro. Gervinho? Sappiamo che Gervinho può fare grandi cose, lo abbiamo visto nel precampionato. È tornato in fiducia e può fare bene. Sugli infortuni non posso dire molto, siamo preoccupati per Totti e Manolas. Dzeko ha preso un po' di botte. Su De Sanctis eravamo tranquilli da inizio anno. Ha ragione a dire che dobbiamo stare tranquilli, altrimenti facciamo troppi errori, come con il Frosinone e il Sassuolo. Stasera abbiamo fatto bene. Se guardo Napoli-Juve? Se mi fate andare via si (ride)”.

Garcia a Roma TV

"Preoccupato per i tre cambi, speriamo che domani avremo buone notizie perché se no è una vittoria di Pirro. Questa volta meno errori difensivi e abbiamo sfruttato le occasioni. Gervinho? Ha fatto 18 mesi da quando è arrivato; poi quando è tornato dalla Coppa d'Africa non ha fatto bene  Ha fatto una buona preparazione contro Real e Valencia. Ha lavorato come un fabbro in allenamento, ci tiene a far bene per la Roma. Esordio di Vainqueur e gol di Digne? Sono contento. Gli infortunati? Per i problemi muscolari dobbiamo aspettare domani. Edin ha preso tante botte, si lamenta del ginocchio. Speriamo di recuperare due dei tre infortunati. Il gioco? Mi piace il vostro titolo, Roma convincente, è stato così abbiamo preso la partita in mano, abbiamo spinto e non ci siamo fermati; Pjanic è un genio sui calci piazzati, anche il capitano è stato vicino a segnare, non so se entrava. Il gol che abbiamo preso? Sul rigore c'era fuorigioco. L'azione del quinto gol confezionata dai terzini? Lo sanno, nel nostro gioco i terzini sono attaccanti, hanno fatto bene anche i registi Keita e Nainggolan”.

Rudi Garcia in conferenza stampa (a cura dell’inviato all’Olimpico Gabriele Chiocchio)

“Sfortuna negli infortuni? Ovviamente, valuteremo domani i problemi muscolari, sia per Keita che per Totti, Edin ha preso tante botte ed è dovuto uscire per un male al ginocchio. Speriamo non sia grave, non c’erano né Florenzi né Iago e c’è la partita di Borisov. Speriamo di poterli recuperare, vediamo come vanno domani. Amaro in bocca? Sì, per fli infortuni. È incredibile dover fare tre cambi dopo 50 minuti, ritengo che la squadra abbia prodotto gioco ma con efficacia davanti e cancellando i piccoli errori che tanto sono costati con la Sampdoria. La strada è quella, ci sono tanti motivi di soddisfazione, il quinto gol nasce da un cross di un terzino destro per il terzino sinistro, Morgan fa una seconda parata di coraggio. Ci sono lati positivi, ma anche amarezza. Vainqueur? L’ho visto migliorare tanto, era quasi l’ultimo giorno di mercato, non ha fatto la preparazione. Come Nainggolan è uno che ha bisogno di stare bene, ha corsa. È entrato un po’ timido e piano piano si è sciolto. Preoccupato dell’assenza di un vice-Dzeko? Se non abbiamo né Dzeko né Totti faremo con uno dei tre davanti che sono più leggeri e veloci, non siamo scoperti al 100%. Perdere due centravanti in una gara sarebbe negativissimo. La cosa migliore? Non era una partita semplice, il Carpi ha pareggiato con il Napoli, sappiamo che contro una squadra così è importante il primo gol e continuare a pressare per fare il secondo. Sono arrabbiato per il gol preso, era un gol evitabile. Il rigore arriva su un fuorigioco clamoroso, ma il Carpi non ha mollato. Hanno anche dimostrato di essere pericolosi. Gervinho e Iturbe? Manuel ha fatto delle cose buone, ha segnato a Frosinone, è sempre entrato in gara con qualità. Ha ritrovato fiducia, la scelta di iniziare con Gervinho è la sua capacità di trovare pericoli a difesa schierata. Sono contento di entrambi, Gervinho è il Gervinho dei primi 18 mesi, poi ha fatto male dopo la Coppa d’Africa. Ha fatto una bella preparazione, contro il Real e a Valencia è stato il migliore, ha aiutato anche difensivamente”.