Fonseca: "Non sono soddisfatto del risultato. Dzeko era sereno e molto motivato"

28.09.2020 08:04 di Alessandro Pau Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Fonseca: "Non sono soddisfatto del risultato. Dzeko era sereno e molto motivato"

Paulo Fonseca ha parlato ieri al termine di Roma-Juventus 2-2.

Fonseca a Sky Sport

Occasione sprecata?
“Penso che abbiamo fatto una buona partita, ma non sono soddisfatto per il risultato. Abbiamo creato tante occasioni per vincere la partita”.

Dzeko?
“L’ho visto sereno e molto motivato, ha sbagliato come altri ma penso che abbia giocato bene”.

L’ingresso di Diawara?
“Abbiamo giocato molto bene difensivamente, poi ho visto Pellegrini stanco e l’ho cambiato”.

Solo 2 cambi per non stravolgere la squadra?
“Secondo me la squadra stava bene e non ho fatto altri cambi, ho chiesto a Mkhitaryan, Pedro e Dzeko come stavano e mi hanno detto che stavano bene. Se stanno bene, non cambio”.

Ha fiducia nella società? Una settimana fa era stato venduto Dzeko in pratica…
“Sì, il nuovo presidente è appena arrivato e parliamo spesso. Stiamo lavorando per trovare la miglior soluzione per la squadra, il lavoro che stiamo facendo insieme è importante”.

La mancata cessione di Dzeko?
“Sono situazioni normali, era una situazione che tutti sapevamo”.

Kumbulla?
“Abbiamo tre giovani in difesa, ma hanno tanta qualità. Siamo una squadra forte difensivamente, Mirante ha fatto una sola parata, i ragazzi della difesa hanno giocato bene”.

Borja Mayoral?
“Non parlo di giocatori che non sono qui”.

Non la vediamo contento…
“Non sono contento per il risultato, sono felice solo per i ragazzi che hanno giocato con coraggio ma non per il risultato”.

Come ha reagito dopo la sconfitta a tavolino contro l’Hellas Verona?
“Non parlo di ciò che ci diciamo tra noi, è stata una situazione difficile ma non possiamo tornare indietro. Pensiamo al futuro”.


Fonseca a Roma TV

Più soddisfazione o rammarico?
“Sono contento della prestazione, abbiamo giocato bene. Sono soddisfatto dei ragazzi ma non del risultato”.

Ottimo segnale in vista dell’Udinese.
“Abbiamo iniziato bene col Verona, oggi abbiamo giocato bene. Antonio ha fatto una sola parata. In difesa siamo stati attenti. Però non abbiamo chiuso la partita quando abbiamo avuto la possibilità, ma è importante vedere che la squadra ha giocato con fiducia e che sta bene”.

Perché la Roma non usa più spesso l’uscita veloce a centrocampo?
“Dipende dall’avversario, contro questa squadra era più facile, altre volte è difficile. La squadra è organizzata per ogni occasione. Oggi abbiamo recuperato molte palle e siamo usciti bene in velocità”.

Piange il cuore vedere una squadra con personalità non vincere: perché manca la continuità?
“Credo che la squadra abbia avuto la stessa personalità col Verona, oggi contro un altro tipo di squadra abbiamo fatto lo stesso. Abbiamo meritato di vincere entrambe le volte, abbiamo fatto bene, sono segnali positivi”.

Paulo Fonseca in conferenza stampa (a cura dell’inviato all’Olimpico, Gabriele Chiocchio)

Quanto è dispiaciuto?
“Molto, non sono soddisfatto. Penso che abbiamo giocato per ottenere un altro risultato. Abbiamo creato situazioni, in una partita in cui abbiamo fatto quasi tutto bene. È difficile da accettare. Abbiamo giocato contro una grande squadra, non sono soddisfatto del risultato, ma della prestazione sì”.

La Roma di stasera si avvicina a quella che ha in mente?
“Mi è piaciuta la squadra, come mi era piaciuta a Verona, in una partita molto difficile per le caratteristiche avversarie. Oggi, contro un avversario diverso, abbiamo fatto quasi tutto bene, in fase offensiva e difensiva. È difficile capire”.

Edin Džeko è sembrato il solito, che voto gli dà?
“Džeko è sereno, è motivato. Ha fatto una buona partita, è importante per noi. Non ha fatto gol, ha lavorato per la squadra, è sereno”.

A Roma bisogna sempre rispondere sul campo, questa è la risposta che voleva?
“La squadra ha fiducia, ha coraggio. La squadra ha fatto quello che deve fare, penso che se la squadra continua così, potremo vincere molte volte”.

C’è la possibilità dei 5 cambi, non ha pensato di mettere uomini freschi?
“Durante la partita ho parlato sempre con Micki, Pedro e Džeko e mi hanno detto che stavano bene. A volte non abbiamo la necessità, il bisogno di cambiare quelli che stanno facendo bene. Oggi non ho sentito questa necessità”.