Florenzi: "Ci prendiamo questo punto. Ingenerosi i fischi a Strootman"

06.12.2014 20:34 di Marco Rossi Mercanti   vedi letture
Florenzi: "Ci prendiamo questo punto. Ingenerosi i fischi a Strootman"
Vocegiallorossa.it
© foto di Image Sport

Florenzi a Roma Tv al termine del match

“Il mister ce l’aveva con me per dare maggiori accorgimenti alla squadra e mi ha chiesto di spingere perché eravamo 2-1 per loro. Ci prendiamo questo punto. Non si tratta di primo tempo o secondo tempo, abbiamo avuto un approccio sbagliato nei primi 20’, mi ricordo solo un tiro nel Sassuolo. Ci abbiamo messo l’orgoglio che è venuto fuori, è venuta fuori la Roma. Fascia di capitano? È un’emozione che mi porterò dietro, spero non sia la prima né l’ultima volta. Io il nuovo Maicon? Non so quali siano le aspettative di Maicon, però il tempo vedrà cosa mi riserverà, se dovrò giocare terzino non c’è problema. A me basta che mi diano una maglia da titolare, poi dove gioco non c’è problema. Questa sera mi ha puntato Sansone, ma in allenamento mi puntano Ljajic e Gervinho e vado molto più in difficoltà”.

Florenzi a Sky Sport

"La fascia di capitano? Una bellissima emozione, speriamo non sia l'ultima. Non sono abituato a darmi giudizi, li lascio a voi. Spero di aver soddisfatto il mister, sono contento per aver riacciuffato il risultato. Abbiamo sbagliato i primi 20 minuti, non abbiamo giocato da Roma ma poi ci abbiamo messo cuore, carattere e orgoglio. Per fortuna abbiamo preso questo pareggio che non dico sappia di vittoria - perché la Roma queste gare deve vincerle - però ce lo prendiamo. Strootman? Sono un po' incavolato con i tifosi, non mi aspettavo questi fischi. Ci sono tante partite che partono male e noi non vorremmo fosse così, però se ci lasciano anche loro - come successo nel primo tempo, in cui ci sono stati fischi generosi anche a Kevin - non va bene. Parlo a cuore aperto perché mi sento uno di loro. Nel secondo tempo ci hanno spinto e dopo il primo gol sembrava di essere in dodici. Voglio i tifosi come nel secondo tempo perché si scorda presto quanto fatto da noi e anche da Kevin lo scorso anno, chiedo a tutti di lasciarlo lavorare. E' un giocatore fondamentale. La rimonta ci dà coraggio per affronatre il City, se giochiamo come negli ultimi 70 minuti possiamo qualificarci e fare felici i tifosi. Mercoledì riempiranno lo stadio e ci daranno una mano. Aguero? Giocheranno altri due attaccanti che fanno la differenza, come Jovetic o il loro centrocampo. E' una squadra fondata con tanti soldi e hanno ambizioni, ma venderemo cara la pelle perché vogliamo la qualificazione. Rinnovo? Il mio agente ne parla, non io".