Fazio: "Crediamo tutti nello scudetto. Ieri in campo abbiamo fatto la guerra. Vincere l'Europa League cambia la mentalità". VIDEO!

10.01.2017 09:18 di Simone Ducci Twitter:    vedi letture
Fonte: Roma TV
Fazio: "Crediamo tutti nello scudetto. Ieri in campo abbiamo fatto la guerra. Vincere l'Europa League cambia la mentalità". VIDEO!
© foto di Vocegiallorossa.it

Federico Fazio è intervenuto ai microfoni di Roma TV.

Sei stanco?
“Un po’ ma è normale, finché si vince…”.

Ci hai dato l’impressione di essere sempre tranquillo, è vero?
“Sì, qualche volta sono anche cattivo in campo. Questa è una cosa bella, noi siamo calciatori che viviamo il campo e dobbiamo esserlo”.

Avete vinto contro un Genoa che ha vinto contro Milan e Juventus.
“Sì, era un campo molto difficile e non era in buone condizioni per giocare. Dovevamo vincere e questi tre punti sono molto importanti per il campionato. Abbiamo giocato e abbiamo fatto la guerra in campo: è importante vedere una squadra unita per avere un solo obiettivo”.

Fazio è il segreto dei questa Roma più cattiva?
"No, è vero che il mister ci dice di essere cattivi. In partite come quelle di ieri bisogna essere cattivi. Il Genoa ha dimostrato che sul suo campo riesce a mettere in difficoltà squadre come la Juventus. In queste partite bisogna lottare. Dobbiamo continuare così".

Cosa hai pensato sulla girata di Ocampos nel finale? 
"Szczesny è stato molto bravo nella parata. Anche in questo abbiamo dimostrato di essere tutti insieme e di puntare ai tre punti".

Il tuo bilancio di fine girone? 
"Buono. Abbiamo fatto 41 punti e ne avremmo potuti fare di più se si pensano alle battute d’arresto con Cagliari, Empoli e Torino. Dobbiamo far meglio in queste partite. Nel ritorno dobbiamo fare meglio e giocare insieme come abbiamo fatto ieri. Lo scudetto è possibile perché mancano tanti punti. Dobbiamo guardare di partita in partita e pensare solo ai 3 punti".

Ti trovi meglio a giocare in posizione centrale nei tre dietro? 
"In questa stagione abbiamo variato lo schema difensivo. A volte siamo a 3 in fase offensiva e 4 in fase difensiva. Il mister è bravo nel preparare gli schemi per affrontare gli avversari".

Cosa manca alla Roma per vincere? 
"Penso che manchi un po’ l’abitudine a vincere tutte le partite. Dobbiamo mettere questa mentalità nella testa. In campionato dobbiamo credere in noi. Anche i tifosi ci devono credere. Quest’anno abbiamo l’Europa League, che è una bella competizione".

L’Europa League?
"
È una bella competizione. Il Siviglia ha vinto 5 Europa League in 10 anni e questo ha cambiato la mentalità e il livello della squadra. Ora il Siviglia è secondo in campionato dietro al Real. Questa competizione è interessante per iniziare a vincere qualcosa. Per me è stato bellissimo vincerla per tre volte. Ora poi chi la vince può giocare la Champions. Dobbiamo lottare per il campionato e per la coppa. Il Siviglia si è visto quanto sia cresciuto giocando e vincendo questa competizione".

La Roma deve credere di essere forte?
"
Dobbiamo credere in noi. Il gol di ieri è stato importante. Dobbiamo festeggiare sempre il gol come se sia il gol del campionato”.