Di Francesco: "Prendo spunto dagli insegnamenti di Zeman, ma di certo non voglio imitarlo"

08.08.2012 10:44 di Gianluca Fiume   vedi letture
Fonte: Carlozampa.it
Di Francesco: "Prendo spunto dagli insegnamenti di Zeman, ma di certo non voglio imitarlo"
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

L'ex giallorosso Eusebio Di Francesco, ora allenatore, ha rilasciato una piccola intervista al sito carlozampa.it, parlando del suo vecchio allenatore Zdenek Zeman. Queste sono state le sue parole:

Lei conosce bene Mister Zeman avendo trascorso due anni insieme nella Capitale. C’è un ricordo particolare legato al Mister che le ritorna in mente?
"Ce ne sono tanti, sarebbe riduttivo trovarne solo uno in particolare. Ammiro la sua schiettezza, la sua capacità di trovare sempre la parola giusta al momento giusto. Ma un episodio particolare è quando perdemmo una sfida con lui in piscina, eravamo convinti che lui non riuscisse a fare due vasche sott’acqua, invece ci strabiliò portandoci via anche qualche soldino perché avevamo scommesso io e qualche mio collega, tra cui Di Biagio, ed altri che adesso non ricordo".

Nella nuova Roma di Zeman chi copre il ruolo di Di Francesco? Vede qualche giocatore che rispecchia le sue caratteristiche?
"Attualmente vedo che ci gioca Pjanic, sicuramente più tecnico di me magari, con meno capacità di corsa e di inserimento. Però ritengo che Marquinho, essendo sia mancino che destro, abbia le caratteristiche che avevo io quando giocavo nella Roma".

Abbiamo avuto modo di vedere una partita del suo Sassuolo da quando ne ha preso la guida tecnica. Abbiamo notato che la sua squadra punta sul possesso palla cercando spesso verticalizzazioni. In qualche modo la sua esperienza con Zeman ha influenzato il suo modo di allenare e di preparare atleticamente e tecnicamente le sue squadre?
"Più tecnicamente che atleticamente. Sicuramente lui è uno di quelli che mi ha lasciato tantissimo, in particolar modo nella parte di possesso, nello sviluppo della manovra. Ovviamente voglio una mia identità. L’errore sarebbe volerlo imitare, io questo non lo voglio fare. Da lui prendo spunto attraverso quelli che sono stati i suoi insegnamenti ma non voglio imitarlo perché le cattive imitazioni non vengono mai bene secondo me".