De Sanctis: "Garcia di un'intelligenza superiore, sa cosa sta succedendo e non gli sfugge nulla"

16.03.2015 23:38 di Claudio Lollobrigida Twitter:    vedi letture
De Sanctis: "Garcia di un'intelligenza superiore, sa cosa sta succedendo e non gli sfugge nulla"
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

De Sanctis a Roma Tv

"Il momento della Roma? È chiaramente negativo, soprattutto per i risultati. Nel primo tempo abbiamo fatto una buona partita e anche all'inizio del secondo. Abbiamo subìto gol alla prima occasione, ha prevalso soprattutto la sfortuna in quell'occasione, peccato perché avevamo creato tanto, se fossimo passati in vantaggio sarebbe stato tutto diverso. Era normale poi un calo fisico avendo giocato giovedì, la Sampdoria ha fatto una partita accorta e attenta, dovevamo tirare fuori la vittoria in qualche modo. Non credo che sia la riflessione giusta il fatto che quando prendiamo gol reagiamo sempre, in questo caso non c’è stata perché la Sampdoria ha raddoppiato, altre volte abbiamo avuto degli scossoni. Difficile trovare le parole per descrivere questo momento, è una sconfitta che pesa, il campionato è in una fase importante, dobbiamo ritrovare la vittoria. I tifosi? Dobbiamo rassicurarli, possono essere certi che noi ce la stiamo mettendo tutto, però conta molto il risultato, perché è evidente che nessuno può dire molto su questo aspetto, noi diamo il massimo. Al di là delle chiacchiere, degli aspetti che si possono dire, per quello che valiamo ci aspettiamo di fare qualcosa in più. Continueremo a mettercela tutta, ma in una maniera o nell’altra dobbiamo vincere, adesso più di prima abbiamo bisogno di risultato. Ormai è chiaro che tutti gli avversari ci aspettano, cercano tutti di chiuderci per non darci spazi e concederci verticalizzazioni, per le caratteristiche dei nostri attaccanti è un fatto funzionale. Nel primo tempo questo atteggiamento ci ha permesso di creare 4-5 occasioni, poi se l’avversario non prende gol perché fortunato, perché bravo, perché il portiere in giornata, allora questo basta per far risultato contro di noi, pressandoci alto gli avversari ci mettono in difficoltà, ma in questo modo abbiamo più spazio. Il leitmotiv sarà questo, le squadre giocheranno sempre così contro di noi, ma noi dobbiamo cercare di metterla dentro".

De Sanctis a Sky Sport

"E' evidente che non c'è sorpresa per la reazione del pubblico. Non stiamo facendo niente per non meritarci i fischi dal punto di vista dei risultati. Forse sul gioco sì, nel primo tempo abbiamo creato diverse situazioni per segnare. Forse poi la partita sarebbe diventata più congeniale a noi. Questo non ci riesce ma non possiamo permetterci passi falsi, ripartiremo dal primo tempo perché i risultati arrivano solo se giochi così. Guarderemo al risultato in maniera ancora più determinata e pragmatica. Secondo posto? Indipendentemente da chi ci sta dietro, se continuamo a non vincere prima o poi qualcuno ci supera. Conta soprattutto quello che faremo a Cesena, dovremo assolutamente vincere. Abbiamo avuto circostanze non dipendenti da noi stessi che non hanno permesso al gruppo di esprimersi al massimo. Mi riferisco ad assenze e situazioni ripetute per molti giocatori. Detto ciò negli ultimi tre mesi tutte le volte che siamo scesi in campo potevamo fare meglio nel gioco e nei risultati. Gruppo unito? Il gruppo c'è, si fa riferimento alla Roma dell'anno passato ma mancano troppi interpreti per paragonarla a quella di quest'anno. Questo ragionamento non si può fare, ma le vittorie influenzano molto. Garcia? L'ho sempre considerato di un'intelligenza superiore, sa benissimo cosa sta succedendo e la situazione non gli sta sfuggendo. E' il primo degli ottimisti e lo seguiamo. Ci rendiamo conto da tempo che bisogna fare di più, ce lo diciamo sempre. Questo qualcosa in più non arriva nei risultati ma non cerchiamo alibi: questa squadra poteva fare meglio e vincere le partite che abbiamo pareggiato. Cercheremo di farlo fino alla fine del campionato".