De Rossi: "Ho visto una grandissima Roma. Ljajic? Un talento che non può essere bruciato come altre volte". VIDEO!

12.04.2014 23:31 di Claudio Lollobrigida Twitter:    Vedi letture
De Rossi: "Ho visto una grandissima Roma. Ljajic? Un talento che non può essere bruciato come altre volte". VIDEO!
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico Gaetano

De Rossi a Roma Channel

"La prestazione personale risalta quando quella di tutta la squadra è come oggi. Ho visto una squadra veramente bella in campo in tutti gli effettivi e quelli che sono entrati, ho visto una grandissima Roma. Quando tieni palla, giochi e hai giocatori tecnicamente forti, fanno più fatica gli altri a correrti dietro. Siamo organizzati, abbiamo una strategia di gioco e giocatori con qualità individuali in attacco che creano superiorità in ogni istante della partita. Così è tutto più facile e soprattutto gente che ha giocato meno quando entra non fa rimpiangere i titolari. Il salvataggio su Denis? Se non fa la scivolata Castan e se non esce De Sanctis non sarei mai arrivato su quella palla, è sempre un lavoro di squadra anche se l'ultimo che fa l'intervento si prende i meriti. Sto bene da tutto l'anno, gli infortuni devi metterli in preventivo, siamo dispiaciuti di non aver giocato la Champions ma sicuramente le partite sono di meno e l'anno prossimo dovremo fare più attenzione al recupero perché le fatiche saranno di più e il livello si alzerà. Ripeto, abbiamo un grande futuro. Il mister vuole che io rimanga quasi sempre dietro per creare la superiorità rispetto agli attaccanti avversari. E' bello andare avanti e fare il gol o l'assist, ma quando la mia squadra non prende gol mi sento partecipe e mi fa piacere. Ljajic? E' un talento che non può essere cestinato troppo presto come successo altre volte a Roma. Si impegna sempre, si sente dire che ha problemi caratteriali o con l'allenatore ma è un ragazzo eccezionale ed essendo giovane si perde un pochino, ma è un talento che non possiamo bruciare o sottovalutare".

De Rossi a Sky

"Forma da Mondiale? Speriamo di arrivarci in forma. Orgoglioso di aver dimostrato di poter giocare in mezzo al centrocampo? L'anno scorso è stata un'annata negativa a livello personale e collettivo. Non vale la pena pensare allo scorso anno, ci toglierebbe energie positive. Comunque potevamo fare meglio tutti. Stessa personalità in Europa? Credo che sia la stessa situazione della Roma di qualche anno fa. Forse non vincevamo in Italia, ma andavamo in Europa e ci facevamo sempre valere. I risultati ottenuti in Europa poi contano sempre di più e credo anche che se giocheremo così in Europa potremo andare davvero bene".