Bertolacci: "Quelli della Lazio non sono i miei colori"

19.04.2012 19:49 di Gianluca Fiume   vedi letture
Fonte: Salentosport.net
Bertolacci: "Quelli della Lazio non sono i miei colori"
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico Gaetano

Andrea Bertolacci è in pieno clima derby: il centrocampista del Lecce cresciuto nel vivaio della Roma, infatti, è già carico per la prossima sfida in scena all'Olimpico tra Lazio e Lecce. I salentini vogliono proseguire il loro momento positivo nel tentativo di acciuffare la salvezza. Ecco le sue parole riguardo la delicata trasferta di Roma: "Quella di domenica con la Lazio è per me una partita dal sapore particolare -spiega il centrocampista classe '91- perché sono colori che ho sempre affrontato da avversario sin dai tempi delle giovanili in cui indossavo la maglia della Roma e poi per il Lecce è una gara molto importante. Domenica spero davvero di giocare contro la Lazio perché allo stadio Olimpico ci sarà tutta la mia famiglia e anche se quelli della Lazio non sono i miei colori è sempre bello ritornare nella propria città con la maglia del Lecce". Prosegue con uno sguardo al passato: "Ai biancocelesti negli ultimi due anni della Primavera ho sempre segnato. Mi sto allenando al massimo per dimostrare che quel posto da titolare lo voglio perché lo merito e questo cerco di farlo vedere giorno dopo giorno al mister". Poi un pensiero alla Nazionale Under 21: "Facendo bene con il Lecce e con questa maglia potrò conquistare anche quella italiana, quindi questo rimane un discorso aperto perché so che il c.t. mi segue". Andrea non nasconde poi l'importanza della sfida contro la Lazio: "Andiamo a Roma e dobbiamo cercare la vittoria perché siamo nelle condizioni fisiche e mentali per poterlo fare. Basta ricordare cosa è successo a Catania per capire che stiamo bene e tutta la serie di risultati positivi fatti finora, impensabili per una squadra terzult'ultima in classifica, dimostrando che siamo maturi e che crediamo nell'obiettivo. In questo rush finale da qui alla fine del campionato dovremo sfruttare le partite in cui giocheremo in casa come quelle con Napoli e Parma. Spero che i nostri tifosi vengano in tanti e che ci diano una grossa mano. La salvezza? Se non guardo i punti che ha il Siena dico che rischia e che Fiorentina e Genoa non essendo piazze abituate per lottare per la salvezza e con le pressioni che hanno potrebbero accusare il colpo, come la Sampdoria lo scorso anno. Ma come ho sempre detto dobbiamo pensare solo a noi perché se non facciamo i punti necessari per il nostro obiettivo poco contano le altre".