I numeri di... Roma-Hellas Verona 2-1 - I gialloblu fanno la partita, i capitolini colpiscono in contropiede ma potevano fare più male. Dzeko a tutto campo, ma appannato sotto porta

16.07.2020 21:37 di Danilo Budite Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
I numeri di...  Roma-Hellas Verona 2-1 - I gialloblu fanno la partita, i capitolini colpiscono in contropiede ma potevano fare più male. Dzeko a tutto campo, ma appannato sotto porta

Arriva la terza vittoria consecutiva per la Roma. Gli uomini di Fonseca danno seguito ai risultati ottenuti contro Parma e Brescia, mostrando i progressi ottenuti col nuovo modulo. Tante le note liete, dalla continua crescita di Ibanez al nuovo ruolo di Kolarov nel terzetto difensivo, fino a un Veretout sempre più leader. Vantaggio segnato proprio dal francese su rigore, poi poco prima dello scadere dei primi 45 minuti di gioco Dzeko raddoppia. Pessina riapre tutto a inizio secondo tempo, ma la Roma non si fa riprendere, lasciando però la partita pericolosamente aperta fino all'ultimo, fallendo anche parecchie occasioni da gol. Alla fine però arriva ciò che conta, la vittoria, che prepara al meglio la squadra in vista del big match con l'Inter di domenica.

LE STATISTICHE - L'Hellas fa la partita, ma crea poco. Possesso palla largamente a favore dei gialloblu, ma la Roma si muove in contropiede, tirando infatti in porta più del triplo delle volte degli avversari. Tanti gli spazi lasciati dagli scaligeri, ma i capitolini non ne approfittano, 14 tiri di cui solo 6 in porta, nemmeno la metà, e soprattutto solo due gol su ben 9 occasioni create, manca sempre un po' di cinismo agli uomini di Fonseca. Tanti spazi per ripartire ma poca lucidità, solo 71% di accuratezza dei passaggi, troppi errori di misura che hanno spento potenziali situazioni importanti. La convinzione che è mancata sotto porta e in ripartenza la Roma l'ha messa in mezzo al campo, aggredendo gli avversari, spesso anche in maniera troppo vigorosa come dimostrano i 14 falli commessi dai giallorossi, contro i 6 gialloblu.

I SINGOLI - Mkhitaryan conferma il suo ottimo momento, anche oggi è stato il più vivace con due tiri verso la porta avversaria, più di tutti, e due passaggi chiave. Pesa soprattutto il palo colpito. Leader anche nelle occasioni da gol l'armeno, 3, insieme a Edin Dzeko che oggi è apparso un po' appannato, poteva sicuramente fare di più sotto porta. Ha inciso sicuramente tanto la stanchezza per il bosniaco, che ha fatto una partita a tutto campo, come testimoniano i 25 recuperi effettuati, ben 9 in più di Pessina, secondo in questa classifica. Cresce la difesa, ma rimane un po' di irruenza, soprattutto in uno degli uomini chiave, Mancini, che ha fatto più falli di tutti, 4.

ROMA-HELLAS VERONA 2-1 – MERCOLEDÌ 15 LUGLIO 2020 (21:45) – OLIMPICO

Durata incontro: 90'+6'
Marcatori: 10' rig. Veretout (R), 45'+4' Dzeko (R), 47' Pessina (H)
Ammoniti: 8' Miguel Veloso (H), 63' Mancini (R), 67' Pessina (H), 71' Zaniolo (R), 78' Cristante, 90'+6' Eysseric (H), 90'+6' Villar (R)
Possesso palla: 42% (R) - 58% (H)
Tiri totali: 14 (R) - 4 (H)
Tiri in porta: 6 (R) - 3 (H)
Occasioni da gol: 9 (R) - 2 (H)
Parate: 2 (R) - 3 (H)
Falli commessi: 14 (R) - 6 (H)
Palle recuperate*: 86 (R) - 66 (H) 
Angoli: 7 (R) - 5 (H)
Fuorigioco: 0 (R) - 5 (H)
Passaggi riusciti: 223 (R) - 497 (H)
Accuratezza passaggi: 71% (R) - 83% (H)

*per palle recuperate si intendono: palle spazzate via, tackles riusciti, duelli aerei vinti, duelli a terra vinti, duelli 50%-50% vinti.