I numeri di... Roma-Atalanta 3-3 - Prosegue il tabù orobico, steccato il secondo esordio casalingo di fila. Brilla Pastore, Dzeko altalenante

28.08.2018 23:00 di Marco Rossi Mercanti Twitter:   articolo letto 9548 volte
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
© foto di www.imagephotoagency.it
I numeri di... Roma-Atalanta 3-3 - Prosegue il tabù orobico, steccato il secondo esordio casalingo di fila. Brilla Pastore, Dzeko altalenante

Mezzo passo falso della Roma, che impatta 3-3 in casa contro l'Atalanta di Gasperini, riuscendo a rimontare nella ripresa due gol agli orobici, in vantaggio per 3-1 al termine della prima frazione. Prosegue, dunque, la maledizione della Dea, che esce imbattuta per il quinto anno consecutivo allo stadio Olimpico mentre i capitolini, per la seconda stagione di fila, debuttano tra le mura amiche senza i tre punti (ko un anno fa per 1-3 contro l'Inter).

L'incontro è stato sostanzialmente equilibrato, con gli orobici leggermente avanti nel possesso palla (52%) e con la Roma capace di tirare in porta ben 21 volte contro le 17 dell'Atalanta, trascinata da un super Rigoni, autore di una doppietta e anima della squadra con 6 occasioni da gol create. Tra i padroni di casa, spicca la prestazione di Pastore (4 occasioni da gol create) condita da un gol di tacco dopo 2' e un assist per la rete del 3-3 di Manolas. Il centrale greco torna a segnare all'Olimpico dopo la zuccata contro il Barcellona del 10 aprile scorso, che è valsa il passaggio alle semifinale di Champions League, curiosamente nella stessa porta e nello stesso minuto di gioco (83').

Partita altalenante, invece, per Edin Dzeko. Il bosniaco è stato contemporaneamente il giocatore ad aver tirato più in porta (3) ma è stato anche quello che ha perso più palloni (6), rifacendosi parzialmente con l'assist per il gol di Florenzi. Decisivi, al contrario, gli interventi difensivi di capitan De Rossi in 6 occasioni. Per quanto concerne i portieri, Gollini si è superato compiendo 7 parate, tra cui quella decisiva di piede su Schick nel finale. Sottotono Olsen, che effettua sì 2 interventi ma subisce anche 3 reti.

Infine, nessun giocatore giallorosso è stato pescato in fuorigioco, al contrario dei bergamaschi, fermati dall'arbitro Fabbri per 6 volte.

 

ROMA-ATALANTA - LUNEDI' 27 AGOSTO 2018 – STADIO OLIMPICO DI ROMA

Durata incontro: 90'+4'
Marcatori: 2' Pastore (R), 19' Castagne (A), 21' e 37' Rigoni (A), 59' Florenzi (R), 83' Manolas (R)
Ammoniti: 58' Nzonzi (R), 81' Djimsiti (A)
Possesso palla %: 48% (R) - 52% (A)
Tiri in porta: 21 (11) (R) - 17 (10) (A)
Occasioni da gol: 12 (R) - 14 (A)
Parate: 2 (R) - 7 (A)
Falli: 9 (R) - 13 (A)
Contrasti: 11 (R) - 12 (A)
Palle recuperate: 34 (R) - 38 (A)
Palle perse: 28 (R) - 24 (A)
Angoli: 3 (R) - 11 (A)
Fuorigioco: 0 (R) - 6 (A)
Totale passaggi: 519 (R) - 433 (A)
Totale cross: 19 (R) - 24 (R)