I numeri di... Milan-Roma 2-0 – I giallorossi si sciolgono contro il Diavolo. Sesta sconfitta in undici partite nel 2020

29.06.2020 19:45 di Ludovica De Angelis Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Ludovica De Angelis
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
I numeri di...  Milan-Roma 2-0 – I giallorossi si sciolgono contro il Diavolo. Sesta sconfitta in undici partite nel 2020

La Roma crolla a Milano. Dopo aver disputato un primo tempo in equilibrio, nel secondo sparisce e i rossoneri di Stefano Pioli riescono a portare a casa tre punti, vincendo per la prima volta contro una delle migliori 6 della classifica. A segno Rebic e Calhanoglu su rigore. Ovviamente con i soliti regali, in particolar modo di Zappacosta, Diawara e Smalling. Nella prima mezz’ora grazie a pressing e aggressività gli uomini di Fonseca riescono a tenere il controllo della partita e Dzeko sbaglia di testa la palla del vantaggio su pennellata di Kluivert. Poi nella ripresa, i cambi del tecnico portoghese hanno l’effetto contrario a San Siro: la Roma peggiora, il Milan ne approfitta e addio alla Champions League. Si tratta della sesta sconfitta in undici partite disputate nel 2020, solo club che lottano per la retrocessione hanno fatto peggio.

LE STATISTICHE - Le statistiche parlano da sole: la Roma non vince un confronto, a parte quello del recupero dei palloni: 61 per i giallorossi e 42 per i rossoneri. Per quanto riguarda il possesso palla, leggermente più equilibrato, il Milan raccoglie il 56% contro il 44% della Roma. La produzione offensiva è lo specchio della partita: le conclusioni totali e in porta sono nettamente a favore dei padroni di casa, 11 e 7 le prime e appena 3 e 2 le seconde, con il Milan che ha centrato anche un palo. Stesso copione per le occasioni da gol dove i rossoneri ne sfoggiano 7 contro l’unica di Dzeko e compagni.

I SINGOLI – L’unica nota positiva per la Roma è, senza dubbio, Antonio Mirante. Il che parla da sé. È attento con i piedi e si prende il lusso anche di dribblare Rebic a due passi dalla linea di porta. Provvidenziale sull’inserimento di Calhanoglu nella ripresa e su una conclusione di Paqueta. Fa un miracolo sul primo tiro di Rebic, poi ne fa un altro subito dopo aiutato anche dal palo. Al terzo tentativo in 3 secondi si arrende anche lui, ma di certo le colpe non sono sue.
Il migliore in campo è, senza dubbio, Ante Rebic. L’attaccante rossonero apre le marcature con l’ottavo gol in campionato, tutti nelle ultime 9 partite, e riduce il distacco in classifica dalla Roma. L’errore sciagurato di Zappacosta gli offre il via per andare in contropiede e il resto lo conosciamo.
L’ultimo protagonista è Jordan Veretout. Gioca bene e con un bassissimo rischio di errore. Nel primo tempo è uno dei migliori e corre per tre, annullando Kessie. Poi, un leggero calo fisico. Insieme a Pellegrini, anche lui salterà l’Udinese.

 MILAN-ROMA 2-0 – DOMENICA 28 GIUGNO 2020 (17:15) – SAN SIRO

Durata incontro: 90'+5'
Marcatori: 76' Rebic (M), 89' rig. Calhanoglu (M).
Ammoniti: 22' Pellegrini (R), 41' Castillejo (M), 62' Rebic (M), 90’+1’ Veretout (R).
Possesso palla: 56% (M) - 44% (R)
Tiri totali: 11 (M) - 3 (R)
Tiri in porta: 7 (M) - 2 (R)
Occasioni da gol: 7 (M) - 1 (R)
Parate: 2 (M) - 5 (R)
Falli commessi: 9 (M) - 17 (R)
Palle recuperate*: 42 (M) - 61 (R)
Angoli: 5 (M) - 6 (R)
Fuorigioco: 1 (M) - 0 (R)
Passaggi riusciti: 485 (M) - 345 (R)
Accuratezza passaggi: 87% (M) - 83% (R)

*per palle recuperate si intendono: palle spazzate via, tackles riusciti, duelli aerei vinti, duelli a terra vinti, duelli 50%-50% vinti.