I numeri di... Bologna-Roma 1-2 - Le statistiche legittimano il successo romanista. La certezza Pellegrini e lo stupore per Kolarov

23.09.2019 22:42 di Simone Valdarchi Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Simone Valdarchi
© foto di www.imagephotoagency.it
I numeri di... Bologna-Roma 1-2 - Le statistiche legittimano il successo romanista. La certezza Pellegrini e lo stupore per Kolarov

Dopo i successi interni contro Sassuolo ed Istanbul Basaksehir, a Bologna arriva anche la vittoria in trasferta per la nuova Roma targata Paulo Fonseca. I capitolini passano al Dall'Ara grazie alle reti di Kolarov e Dzeko, intervallate dal momentaneo pareggio di Sansone da calcio di rigore. 8 punti dopo 4 gare di campionato, bottino che vale il quarto posto dietro ad Inter, Juventus e Napoli. Terza vittoria consecutiva (considerando anche l'Europa League) per la Roma che mercoledì all'Olimpico, contro l'Atalanta, proverà ad allungare la serie.

LE STATISTICHE - I numeri legittimano la vittoria giallorossa, nonostante le polemiche ed i rimpianti dei padroni di casa per il gol-vittoria di Dzeko arrivato proprio nei secondi finali. Florenzi e compagni, infatti, hanno tentato la conclusione per ben 18 volte, il triplo rispetto ai rossoblu (6).
In conferenza stampa, alla vigilia, Fonseca aveva spiegato di come fosse complicato registrare un dato elevato di possesso palla in Serie A, ma la prestazione dei suoi calciatori lo smentisce: la Roma ha mantenuto la palla tra i piedi per il 60% del tempo, contro il 40% dei felsinei.
Infine, c'è da sottolineare il numero di cartellini gialli estratti da Pairetto nei confronti dei calciatori romanisti: ben 5 (6 contando la seconda ammonizione, mutata poi in cartellino rosso, di Mancini). L'arbitraggio del fischietto di Torino non è stato impeccabile, ma sicuramente alcuni degli interventi puniti, si potevano evitare.

I SINGOLI - A 33 anni (34 il 10 novembre) Aleksandar Kolarov continua a stupire tutti. Il terzino serbo per il momento è stato impiegato sempre da Paulo Fonseca, in ogni gara ufficiale, dal primo minuto al triplice fischio, senza mai fermarsi, per un totale di 450 minuti più recupero. Eppure, il suo rendimento non sembra pagare questi sforzi e il numero 11 sforna un'alta prestazione convincente nel pomeriggio emiliano. Costante nelle avanzate sulla fascia, tenta il tiro in un paio di occasioni, prima di sbloccare la partita con un'altra perla da calcio di punizione. Terzo gol in questo campionato, quindicesimo da quando è arrivato a Trigoria.
In una giornata grigia per Mkhitaryan, Kluivert e Zaniolo, la certezza sulla trequarti è rappresentata da Lorenzo Pellegrini. Nella prima frazione, il numero 7 è il fulcro della manovra e prova ad accendersi in un paio di occasioni. La sua libertà d'agire impressiona e, nonostante la posizione centrale di partenza, è il calciatore dopo Kolarov che colleziona più cross (6), tra cui il gioiello per Dzeko al 90'+4'.
La Roma ha giocato una partita piuttosto attenta da un punto di vista difensivo, concedendo poco o nulla ai padroni di casa. In una di quelle rare circostanze però, Pau Lopez si è fatto trovare più che pronto. La sua parata su Soriano, una delle due totali, salva la squadra e nega al Bologna il sorpasso (gara in quel momento sull'1-1). Un grande portiere non deve necessariamente fare 20 parate a gara, ma si deve far trovare pronto quando viene chiamato in causa e lo spagnolo, per il momento, riesce spesso a rispondere presente.
Non si può concludere senza aver citato Edin Dzeko. Il centravanti non gioca un'ottima gara, ma nel momento più importante si fa trovare al limite dell'area piccola e di testa batte Skorupski, andandosi poi a prendere l'abbraccio dei 4.000 arrivati da Roma. Il cigno di Sarajevo segna il terzo gol consecutivo (così come le vittorie della Roma), il quarto in cinque gare stagionali e il numero 91 da quando veste questa maglia.


BOLOGNA-ROMA 1-2 - DOMENICA 22 SETTEMBRE 2019 (15:00) - STADIO "RENATO DALL'ARA" DI BOLOGNA

Durata incontro: 90'+4'
Marcatori: 49' Kolarov (R), 54' rig. Sansone (B), 90'+4' Dzeko (R).
Ammoniti: 13' Florenzi (R), 15' Poli (B), 41' Dijks (B), 56' Tomiyasu (B), 59' Zaniolo (R), 62' Dzeko (R), 64' Veretout (R), 71' Mancini (R).
Espulsi: 85' Mancini (R) (doppia ammonizione).
Possesso palla: 40% (B) - 60% (R)
Tiri totali: 6 (B) - 18 (R)
Tiri in porta: 3 (B) - 4 (R)
Occasioni da gol: 2 (B) - 7 (R)
Parate: 4 (B) - 2 (R)
Falli commessi: 13 (B) - 16 (R)
Contrasti: 29 (B) - 25 (R)
Palle recuperate: 7 (B) - 8 (R)
Palle perse: 11 (B) - 12 (R)
Angoli: 3 (B) - 4 (R)
Fuorigioco: 1 (B) - 1 (R)
Passaggi riusciti: 251 (B) - 409 (R)