Roma-Zorya Luhansk - I duelli del match

25.11.2021 18:30 di Luca d'Alessandro Twitter:    vedi letture
Roma-Zorya Luhansk - I duelli del match
Vocegiallorossa.it
© foto di Image Sport

Alle 21:00 la Roma scende in campo contro lo Zorya Luhansk per la quinta gara della fase a gironi della Conference League.

Come di consueto, Vocegiallorossa.it propone ai nostri lettori i duelli che decideranno il match.

DARBOE-BULETSA - Con Cristante out per COVID-19, Mourinho è pronto a concedere una nuova chance a Darboe, uno di quei calciatori utilizzati poco dallo Special One. Il gambiano punta a non far rimpiangere il mediano campione d'Europa e, con l'avversario di turno sulla carta non proprio irresistibile, ha l'occasione per riconquistare la fiducia del tecnico. Dalle sue parti si scontrerà con Buletsa, probabilmente il giocatore più tecnico dello Zorya Luhansk e piuttosto libero di agire in mezzo al campo, tanto che non disdegna di partire come mezzala: inevitabile, quindi, lo "scontro" con Darboe. 

ABRAHAM-CVEK - L'inglese sarà il terminale offensivo del 4-2-3-1. Il numero 9, dopo le ultime deludenti prestazioni e i fischi incassati contro il Bodø/Glimt è chiamato soprattutto a segnare. Per farlo dovrà arginare la resistenza di Cvek, centrale difensivo di 183 cm che sembra andare in difficoltà nei contrasti, oltre a perdersi spesso il proprio uomo. Se i presupposti sono questi, Abraham potrebbe creargli più di un grattacapo.

MKHITARYAN-VERNYDUB - L'armeno è stato tra i grandi protagonisti della vittoria contro il Genoa, in un ruolo atipico. Contro lo Zorya e il ritorno al 4-2-3-1 tornerà a ricoprire un ruolo più offensivo, dietro ad Abraham. Si prevede un duello con Vernydub, l'altro centrale dello Zorya Luhansk dopo Cvek che, rispetto al compagno di squadra, è fisicamente ben strutturato e bravo di testa. Tuttavia, è un giocatore che va spesso in tilt negli uno contro uno e che potrebbe dunque soffrire i dribbling di Mkhitaryan, che sicuramente lo punterà per entrare in area o proverà ad aggirarlo per poi tentare la conclusione.