Roma-Young Boys - I duelli del match

03.12.2020 18:45 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
Roma-Young Boys - I duelli del match
Vocegiallorossa.it
© foto di Alessandro Garofalo/Image Sport

Alla Roma basta conquistare un punto per ottenere la matematica certezza del primato del girone A di Europa League. Per farlo, dovrà uscire imbattuta dalla sfida contro gli Young Boys.

Come di consueto, Vocegiallorossa.it propone ai nostri lettori i duelli che decideranno il match!

PAU LOPEZ-NSAME – Turno di riposo per Mirante che, dopo la serata decisamente no contro il Napoli, lascia il posto al “portiere di coppa” Pau Lopez. Al contrario del suo collega di reparto, l’estremo difensore spagnolo non ha commesso errori rilevanti nelle occasioni in cui è stato impiegato, compresa la gara in campionato contro il Genoa, mostrando anzi una certa reattività in più di una circostanza. Difficile, però, stabilire se Fonseca voglia riaffidargli la titolarità anche in Serie A, ma sicuramente Pau Lopez farà di tutto per mettere in difficoltà il suo tecnico, cominciando proprio da stasera quando dovrà fermare le sortite offensive di Nsame. L’attaccante camerunense, tra l’altro, ha trafitto lo spagnolo su rigore nella gara di andata, motivo per il quale Pau Lopez vorrà sportivamente vendicarsi.

BRUNO PERES-SULEJMANI – Prosegue l’alternanza tra Rick Karsdorp e il laterale brasiliano, che sarà il padrone della fascia destra con l’auspicio di ripetere l’exploit della gara di andata, quando siglò la rete del momentaneo 1-1 prima del sorpasso firmato Kumbulla. Dalle sue parti agirà Miralem Sulejmani, esperto centrocampista 31enne in passato anche brevemente accostato alla Roma, che nel match del 22 ottobre è rimasto in panchina per tutto il tempo.

BORJA MAYORAL-ZESIGER – Edin Dzeko ha dimostrato contro il Napoli di essere ancora lontano dalla migliore forma dopo essere guarito dal COVID-19 e, questa sera, sarà Borja Mayoral a guidare l’attacco giallorosso. A onor del vero, lo spagnolo avrebbe probabilmente giocato a prescindere, dal momento che la scelta appare piuttosto chiara in questo inizio di stagione: Dzeko in Serie A, Borja Mayoral in Europa League. Il classe ‘98, però, ha la ghiotta occasione di incrementare il suo bottino personale e scavalcare proprio il bosniaco nella “sfida” interna, con entrambi a quota 3 reti totali in questo 2020/2021. Egli si scontrerà con Zesiger che, causa assenza di Lustenberger per un problema alla vertebra lombare, sarà chiamato a prendere per mano la difesa svizzera, sventando i possibili pericoli derivanti da Borja Mayoral.