Roma-Cagliari – I duelli del match

16.01.2022 14:50 di Emiliano Tomasini Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Emiliano Tomasini
Roma-Cagliari – I duelli del match
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Dopo la brutta rimonta subita contra la Juventus, la Roma è chiamata al riscatto. Allo Stadio Olimpico arriva il Cagliari di Walter Mazzarri, avversario in netta crescita e da non sottovalutare.

Come di consueto, Vocegiallorossa.it propone ai nostri lettori i duelli che decideranno il match.

MANCINI-JOAO PEDRO – In assenza di Smalling, spetterà a Mancini guidare la retroguardia giallorossa. Il vicecapitano della Roma avrà di fronte un avversario di tutto rispetto: il numero 10 del Cagliari Joao Pedro. Il brasiliano ha già segnato 9 gol in questo campionato, dimostrandosi – ancora una volta – decisivo per la sua squadra. Joao Pedro è un attaccante mobile, bravo nel fraseggio con i compagni e molto abile nell’attaccare la porta senza palla. Mancini dovrà pressare l’avversario quando è spalle alla porta, per evitare che possa aprire il campo per i suoi compagni. Quando invece Joao Pedro riuscirà a girarsi e verrà a giocare dentro al campo, il numero 23 della Roma dovrà stare attento a non andare fuori posizione, per non consentire l’inserimento di un centrocampista avversario.

VINA-NANDEZ – Matias Vina troverà di fronte a sé un suo connazionale: Nahitan Nandez. I due giocano insieme con l’Uruguay e si conoscono bene. Nandez non è certo un cliente facile e per Vina si prospetta una gara di sacrificio. Il cagliaritano ha come caratteristiche principali la corsa e la grinta, non c’è dubbio che lotterà su ogni pallone fino alla fine. Il numero 5 giallorosso, però, ha le capacità per arginarlo. Anche Vina, infatti, ha buona corsa ed entra sempre in maniera decisa nei contrasti. Per il Cagliari, Nandez è un giocatore molto importante e verrà spesso cercato dai compagni, Matias dovrà quindi stare costantemente attento. Il numero 24 rossoblù, inoltre, dà spesso una mano in fase di ripiego e andrà a raddoppiare Mkhitaryan. Vina, dunque, dovrà essere bravo a spingersi in avanti, per dare un supporto al proprio compagno.

VERETOUT-MARIN – A centrocampo può andare in scena il duello decisivo del match. Marin è senza dubbio il giocatore di maggior qualità nella rosa del Cagliari e tutte le azioni più importanti degli isolani passano per i suoi piedi. Pressarlo, impedirgli di impostare con calma ed evitare che riceva troppi palloni, sono i compiti della partita di Jordan Veretout. Il centrocampista francese non sta vivendo un buon momento, come sottolineato da José Mourinho in conferenza stampa, e contro gli isolani è chiamato ad un’inversione di tendenza. Contenere Marin sarà il primo compito del 17 giallorosso in fase di non possesso, mentre in transizione offensiva dovrà liberarsi dalla marcatura dell’avversario e farsi vedere tra le linee.