SPECIALE BALDINI, Nela: "E' fondamentale per il progetto". De Sisti: "E' un fuoriclasse a livello mondiale". Mazzone: "Gli do il mio personale benvenuto"

21.10.2011 16:45 di Pascal Desiato   vedi letture
SPECIALE BALDINI, Nela: "E' fondamentale per il progetto". De Sisti: "E' un fuoriclasse a livello mondiale". Mazzone: "Gli do il mio personale benvenuto"
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

In merito al ritorno alla Roma di Franco Baldini, in veste di direttore generale, Vocegiallorossa.it ha raccolto in esclusiva le opinioni di Giancarlo De Sisti, Sebino Nela e mister Carlo Mazzone.


DE SISTI:
L'arrivo di Baldini a Roma?
"Baldini è un fuoriclasse a livello mondiale è stato un ottimo calciatore e ora è un dirigente fantastico, con lui la Roma ha fatto un acquisto eccezionale".

Il nuovo stadio?
"Se si dovesse fare ne beneficerebbero tutti dai dirigenti ai tifosi. Tutte le più forti società hanno uno stadio loro".

Sul caso riguardante Totti e Baldini?
"E' bastata una stretta di mano ed è tornato tutto a posto. La gente intelligente si chiarisce guardandosi semplicemente negli occhi. Sono state fraintese alcune parole ma adesso è tornato tutto normale".

Cosa ne pensa di Luis Enrique, tra l'altro molto apprezzato anche da Baldini?
"Luis Enrique ha buone idee. Chiaramente fare il campionato italiano non è come fare quello spagnolo dove si predilige il possesso palla e non la tattica. La Roma non ha Xavi e Iniesta e non può copiare il modello Barcellona. Dovrà fare esperienza e i passaggi a vuoto come la sconfitta nel derby e l'eliminazione dall'Europa gli serviranno a crescere".

NELA:
L'arrivo di Baldini a Roma?

"Penso tutto il bene possibile. Adesso sarà operativo da subito e questo è certamente fondamentale per portare avanti il progetto".

Il nuovo stadio?
"Non credo che dipenda da lui. Purtroppo ci sono delle scadenze da rispettare".

Sul caso riguardante Totti e Baldini?
"Si sono chiariti subito, ma su questo non avevo dubbi. Si conoscono ormai da tempo e a volte vengono fraintese alcune frasi ma la cosa importante è che alla fine si arrivi ad un chiarimento".

Su Luis Enrique?
"Luis Enrique bisogna lasciarlo lavorare. E' uno capace, personalmente mi piace e ha delle idee interessanti. Ripeto, bisogna solo lasciarlo lavorare".

MAZZONE:

L'arrivo di Baldini?
"Sono contento che finalmente sia arrivato, conosciamo le sue doti è già stato in Italia è andato in Inghilterra, dove ha fatto molto bene, ed è tornato. Di mio posso dirgli Benvenuto".

Il nuovo stadio?
"Dobbiamo aspettare. come ben sappiamo queste cose non si fanno dall'oggi al domani, vedremo".

Sul caso riguardante Totti e Baldini?
"Totti è un ragazzo che va capito. Finalmente hanno chiarito ma noi, parlo da tifoso, vorremmo parlare di altre cose, di tante vittorie e non  di queste polemiche che non fanno bene all'ambiente".

Su Luis Enrique?
"All'inizio era un po' in difficolta dopo averlo visto nel derby, nonostante la sconfitta, devo dire che è già pronto per allenare una squadra come la Roma, osservandolo ho visto che è preparatissimo e poi viene da una scuola come quella di Pep Guardiola che come abbiamo constatato ha portato solo a grandi risultati".